ingredienti
  • pistacchi già sgusciati 200 gr
  • Zucchero 125 gr • 15 kcal
  • Acqua circa 500 ml • 0 kcal
  • Per la decorazione
  • pistacchi già sgusciati q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La granita al pistacchio è una specialità tipica della pasticceria siciliana. Deliziosa e super cremosa, viene tradizionalmente gustata a colazione, in accompagnamento all'immancabile brioche con il tuppo, ma è talmente fresca e piacevole che può essere servita a fine pasto, in occasione di una cena con invitati, o come merenda pomeridiana. Si realizza con pistacchi tritati finemente, zucchero e acqua: tre soli ingredienti per una ricetta semplice, veloce e che non richiede l'ausilio della gelatiera. Scoprite come prepararla in casa seguendo passo passo indicazioni e consigli.

Come preparare la granita al pistacchio

Granita al pistacchio

Tostate i pistacchi in una padella antiaderente, mescolando in continuazione per evitare che possano bruciarsi (1). Spegnete e lasciate raffreddare.

Granita al pistacchio

Raccogliete i pistacchi in un contenitore alto e stretto, aggiungete lo zucchero e frullate con un mixer a immersione, fino a ottenere una polvere sottile (2).

Granita al pistacchio

Versate l'acqua (3) e stemperate per bene con un cucchiaio.

Granita al pistacchio

Trasferite il composto ottenuto in un contenitore di vetro (4), coprite e fate solidificare in freezer per almeno 12 ore.

Granita al pistacchio

Trascorso il tempo di riposo, sformate il composto ormai solido e tagliatelo a cubetti (5).

Granita al pistacchio

Raccogliete i cubetti nel boccale di un frullatore (6) e mixate fino a ottenere un composto liscio e cremoso.

Granita al pistacchio

Trasferite la granita nelle coppe individuali, guarnite la superficie con qualche pistacchio intero e servite subito (7).

Consigli

Vi consigliamo di utilizzare dei pistacchi non salati e senza pellicina. Nel caso in cui li troviate solo con la pellicina, vi basterà sbollentarli in acqua per qualche minuto; una volta scolati, sfregateli con un panno da cucina per eliminarla.

Per un risultato ancora più goloso, tritate finemente i pistacchi e lasciate qualche pezzettino più grossolano, in modo tale che si sentano le diverse consistenze. Tostate sempre la frutta secca: in questo modo si sprigioneranno tutti i suoi aromi e profumi.

A piacere, potete arricchire la vostra granita anche con gocce di cioccolato, crema al pistacchio, granella di frutta secca, un ciuffetto di panna montata o qualche tocchetto di frutta fresca.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la cassata siciliana e le genovesi ricotta e cioccolato.

Conservazione

La granita al pistacchio si conserva morbida e cremosa in freezer per alcune ore, all'interno di un apposito contenitore con il coperchio. Se dovesse indurirsi, lasciatela ammorbidire a temperatura ambiente per qualche secondo , trasferitela nuovamente nel mixer e frullate fino a ottenere la giusta consistenza.