Corsi online per diventare cuochi, sommelier, esperti di pizza o pasticcieri. Mai come durante la pandemia gli italiani si sono ritrovati in cucina per impastare, soffriggere, infornare o semplicemente leggere di cibo. Sono nati tanti corsi per poter migliorare la propria tecnica e per espandere i propri orizzonti culturali in tema di enogastronomia. Abbiamo cercato di scovare quelli più stimolanti in rete ad un prezzo accessibile o, perché no, addirittura gratis.

1. A cena con gli chef, per diventare un cuoco stellato

Una scuola d’alta cucina tra le mura di casa, con la possibilità di dialogare e ricevere dritte sulle ricette d'autore dalle grandi firme. L’iniziativa ideata da Pierpaolo Roselli di dinnerathome.it con l’intento di portare nelle abitazioni delle cooking class in diretta streaming. I primi ospiti saranno Stefano Marzetti, del Ristorante Mirabelle (in foto), Giuseppe Di Iorio del Ristorante Aroma e Massimo Viglietti del Ristorante Taki Off. I menu protagonisti spaziano dall'Idea di carbonara con prugne in salsa affumicata al Thè lapsang souchong di Viglietti, fino al Cuore di merluzzo in vasocottura con pomodorini alla liquirizia e purea di ceci di chef Marzetti.

2. Pizza Revolution, tutto sulla pizza

Siete appassionati di pizza? La Federico II ha ciò che fa per voi: Pizza Revolution, un corso sulla storia della pizza e tutto l’universo correlato al piatto più famoso del mondo. L’Università degli studi di Napoli è molto attiva sul tema della didattica a distanza da diversi anni a dir la verità. Il corso, totalmente gratuito, è stato presentato un anno fa sulla piattaforma e-learning dell’ateneo. Al termine di ogni lezione c’è un test da superare per passare al tema successivo e alla fine c’è anche un attestato che potete esibire in curriculum.

3. Acadèmia, per un corso a tutto tondo

Questa è una vera e propria scuola di cucina, una sorta di "Netflix della gastronomia" con 96 video-lezioni su una piattaforma di e-learning con alcuni dei nomi più prestigiosi della cucina italiana. L’idea di Chef in Camicia che ha riunito Iginio e Debora Massari per il mondo della pasticceria, Sergio Dondoli per quello del gelato, Carlotta Perego per la cucina vegana, Hirohiko Shoda per la cucina giapponese e la cultura della tradizione nipponica e, infine, Davide Oldani, chef una Stella Michelin, per l’alta cucina italiana. Questi i docenti che passo dopo passo accompagnano gli spettatori con interessanti lezioni. Se siete studenti di un istituto alberghiero c’è una bella notizia: fate mandare una richiesta dall’istituto a cui siete iscritti alla mail edu@chefincamicia.com per ricevere un abbonamento annuale gratuito.

4. CheFuoriclasse, insieme a Cannavacciuolo

Restando in tema scolastico, la Re.Na.Ia, (Rete Nazionale Istituti Alberghieri), insieme a Corsichef ha organizzato CheFuoriclasse con Antonino Cannavacciuolo come docente esclusivo. Il corso si articola attraverso 12 unità didattiche, 7 dvd e 3 volumi incentrati sulla cucina regionale italiana, e altre 4 unità che compongono il Master in Scienza e Gestione dell'Alimentazione. Il fine è quello di provare a diventare cuochi professionisti, senza muoversi da casa propria.

5. Massimo Bottura, per divertirsi e imparare

Non è il nome di un corso, ma dobbiamo parlare di Bottura: ogni sera lo chef dell’Osteria Francescana tiene un cooking show su Instagram che è arrivato addirittura sul New York Times. Telecamera in cucina e tutta la famiglia a lavoro per insegnare ai follower l’arte della gastronomia modenese. Unico tasto dolente: i video sono in inglese, come in inglese è la lezione di Bottura sulla sfoglia per la pasta fresca per Masterclass. L’azienda è leader nel settore dell’e-learning e ha pensato a corsi di cucina con gli chef più importanti al mondo.

6. Cookpad, per imparare la cucina della nonna

Volete imparare la cucina pugliese delle nonne? Direttamente da Palombara Sabina parte lo streaming live con la cucina di Nonna Nerina grazie a Cookpad Italia con delle proposte regionali che trovate online e gratuitamente. Una playlist semplice e intuitiva con lezioni sui panzerottini di Galatina, la pitta di patate, la perfetta focaccia barese e soprattutto le immancabili orecchiette con le cime di rapa.

7. Ais, per diventare sommelier

Ben 21 lezioni tenute da alcuni dei migliori sommelier iscritti all’AIS, Associazione Italiana Sommelier, totalmente gratuiti. I video li potete trovare su Facebook: gli esperti raccontano un vino che amano particolarmente, la sua storia, gli abbinamenti e i modi migliori per degustarlo. Una guida approfondita per scegliere il vino e trovare tutte quelle sfaccettature che rendono questa bevanda unica nel suo genere: dopo le lezioni vi suggeriamo di provare questi 10 vini per allenarvi e divertirvi con i congiunti.

8. Barilla, per una cucina sostenibile

Se siete attenti sostenitori dell’ambiente Barilla ha pensato a voi. L’azienda di Ponte Taro ha ideato una serie di lezioni e spunti per i ragazzi della scuola primaria e secondaria tramite la piattaforma digitale del Barilla Center of Food&Nutrition. Per i più grandi c’è un corso sulla sostenibilità, molto approfondito che consigliamo anche agli esperti del settore. Si legge dal sito la motivazione che ha portato l'azienda a scegliere l'e-learning: "il Bacino del Mediterraneo è considerato tra le regioni geografiche con maggiore riserva di biodiversità al mondo. Tuttavia, l’agricoltura mediterranea è minacciata da diversi fattori e diventa necessario formare professionisti, dando loro strumenti e conoscenze per re-inventare e re-immaginare il modo in cui produciamo il cibo, al fine di raggiungere i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs), definiti dall’Agenda 2030 dell’ONU. Per rispondere a queste esigenze è nato il corso on-line".  Il corso è gratuito con la possibilità di ricevere un attestato (questo a pagamento però).