Cereale di antichissime origini, ricco di sali minerali, proteine e carboidrati, l'avena è un ingrediente sempre più facile da trovare sui banchi dei supermercati e sulle nostre tavole. In chicchi, in fiocchi, sgusciata e sotto forma di farina: l'avena, in ogni sua forma, si caratterizza per un sapore abbastanza neutro, in alcuni casi tendente al dolce, fattore che la rende incredibilmente versatile in cucina. Amica dell'intestino e del cuore, viene consumata soprattutto in fiocchi ma, dalla sua lavorazione, si ottiene una farina indicata per ricette dolci e salate: ecco una piccola guida per conoscere questo particolare prodotto, le proprietà e i benefici e qualche idea per usarla.

Proprietà della farina di avena

Ottenuta dalla lavorazione dei semi, interi o decorticati, della varietà Avena sativa, chiamata anche avena comune, la farina di avena è composta principalmente da carboidrati, proteine, amidi e fibre. Discretamente calorica (circa 378 kcal per 100 grammi di prodotto), la farina di avena contiene bassissime quantità di acqua e zuccheri e presenta un basso indice glicemico; non mancano i sali minerali, in particolare potassio, fosforo, zinco e ferro e vitamine, soprattutto vitamina B. La farina di avena è ricca di grassi, quindi non adatta a chi segue una dieta ipocalorica e, nonostante non contenga la proteina del glutine, è sconsigliata a chi soffre di celiachia perché contiene una proteina molto simile, chiamata avenina. Nel dubbio, il consiglio è sempre di leggere attentamente l'etichetta e verificare che sia presente la certificazione gluten free.

Benefici

La farina di avena, usata nel modo corretto, può apportare diversi benefici alla salute e al benessere del nostro corpo:

  • Povera di zuccheri, ci aiuta a mantenere bassi i livelli di colesterolo cattivo e a regolare la glicemia, rivelandosi un'ottima alleata dell'intero sistema cardiocircolatorio;
  • le fibre, in particolare se parliamo di farina di avena integrale, stimolano la naturale digestione e migliorano la regolarità intestinale, oltre a prolungare il senso di sazietà e aumentare i livelli di energia, riducendo così il senso di fame; la fibra solubile presente nella farina di avena, inoltre, diminuisce la quantità di zuccheri nel sangue;
  • le proteine aiutano il processo di rigenerazione dei tessuti;
  • la farina di avena è indicata per chi segue una dieta vegetariana o vegana, grazie al suo contenuto di aminoacidi essenziali, ottimi per evitare carenze alimentari dovute alla riduzione di prodotti di origine animale;
  • il triptofano, antiossidante presente nella farina di avena ci aiuta regolare l'umore e il ritmo sonno-veglia.

Usi in cucina

Considerate le sue proprietà e le sue caratteristiche nutritive, la farina di avena può esse utilizzata per ricette sia dolci sia salate. Si presta perfettamente a preparazioni secche, come i biscotti con fiocchi di avena e banana, perfetti per una colazione alternativa, ottimo l'ormai conosciutissimo porridge, dolce tipico britannico a base fiocchi e latte e gli immancabili pancakes con cioccolato e le crêpes. Questione salati e lievitati: se volete usare la farina di avena, è consigliabile miscelarla con altre farine, magari di frumento, per ottenere una corretta lievitazione.