Nella fretta vi è capitato di acquistare della frutta poco matura e non sapete come e quando potrete gustarla? Forse non sapete che il processo di maturazione può essere accelerato con qualche trucco casalingo, semplice ed efficace. Il variegato mondo della frutta, infatti, si divide in due grandi categorie: quella che continua il processo di maturazione anche dopo la raccolta – i così detti frutti climaterici come mele, albicocche, pere, meloni, kiwi e banane – e quella che, come agrumi, frutti di bosco, melograni e ananas, non continua a maturare dopo essere stata raccolta, i frutti non climaterici. Perché sono diversi? Perché nei frutti climaterici agisce un ormone naturale chiamato etilene, in grado di sciogliere la pectina e modificare amidi e zuccheri aiutando la maturazione; questo processo, nei frutti non climaterici avviene solo a livello esterno, nel colore della buccia del frutto.

Prima di sapere come far maturare la frutta più velocemente è importante sapere che, per portarla a maturazione in modo naturale, non dovrete assolutamente riporla in frigo: il freddo è il miglior nemico di una frutta ancora acerba perché è in grado di bloccare il processo di maturazione. Se cercate una maturazione naturale quindi, il segreto è senza dubbio lasciare la frutta a temperatura ambiente e attendere qualche giorno. Ora che abbiamo qualche informazione in più, possiamo scoprire tutti i metodi casalinghi ed efficaci per far maturare la frutta più velocemente.

1. Buste di carta

Avete presente il sacchetto del pane, quello di carta? Bene, non buttatelo assolutamente, potrete usarlo per far maturare la frutta velocemente e in modo del tutto naturale. Riponete la frutta all'interno del sacchetto di carta, unite una mela così che il frutto climaterico "influenzi" gli altri frutti e lasciatelo in un luogo fresco, lontano da fonti di calore. La frutta maturerà in pochi giorni e la carta assorbirà l'umidità impedendo che si appassisca.

2. Cassetta di vimini

Una soluzione pratica e anche scenografica, di quelle che ricordano un po' casa delle nonne: per far maturare velocemente la frutta, riponetela in una cassetta o un cestino di vimini, alternandola con qualche mela o qualche pera. Scegliete un cesto che non sia né troppo grande né troppo piccolo, lasciatelo lontano da fonti di calore e vedrete la vostra frutta maturare in due o tre giorni.

3. Tovaglioli di lino o cotone

Per far maturare la frutta potete utilizzare due panni di lino (o cotone): disponete il primo aperto su un tavolo, metteteci sopra i frutti facendo attenzione che non si tocchino tra loro e copriteli con un secondo panno, chiudendo leggermente i bordi così a evitare che entri troppa aria. Scegliete bene la frutta che andrete a far maturare con questo metodo perché è il più "lento", ma anche quello con cui la frutta diventa più saporita.

4. Mele o banane

Le abbiamo viste un po' in tutti i metodi ma meritano una voce a parte: se volete far maturare la frutta in modo veloce e naturale, mettetela vicino a una mela o a un casco di banane. Questi due frutti, tra i frutti climaterici per eccellenza, agiscono attivando il gas etilene e con esso il processo di maturazione della frutta. Tempo stimato: tre giorni.

5. Sacco di plastica

Probabilmente il trucco più veloce ma anche quello a cui dobbiamo prestare più attenzione: per far maturare la frutta velocemente potete usare un sacchetto di plastica e, in questo caso, senza aggiungere frutti climaterici come mele o banane. Occhio però: la plastica accelera moltissimo il processo di maturazione e se non controllate la frutta dopo un paio di giorni, correte il rischio di trovarla quasi marcia.