12 Febbraio 2023 12:00

Come usare l’alloro in cucina e non solo: dagli oli aromatizzati ai rimedi per le tarme

Profumato e aromatico, l'alloro può essere utilizzato in tantissimi modi, dentro e fuori dalla cucina: vediamo come sfruttarne al meglio le numerose proprietà.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Rossella Croce
647
Immagine

L'alloro è una delle piante più antiche e diffuse in tutto il bacino del Mediterraneo, un simbolo di gloria e sapienza, particolarmente legata alla storia dei Greci e dei Romani. Appartenente alla famiglia delle Lauraceae, il Laurus nobilis vanta numerose proprietà benefiche: utile per stimolare la digestione e combattere sintomi influenzali, l'alloro è anche un antibatterico e antinfiammatorio naturale. Dentro e fuori dalla cucina, questa pianta profumata e aromatica trova largo impiego: per preparare tisane digestive o per eliminare i cattivi odori, per preparare pietanze gustose o per tenere lontani gli insetti del cibo, possiamo utilizzare le foglie in tantissimi modi differenti. Vediamoli tutti.

1. Tisana sgonfia pancia

Immagine

Tra le numerose proprietà, l'alloro è in grado di ridurre i gas intestinali e stimolare la digestione: per questo motivo è consigliato in caso di gonfiore addominale e reflusso. Come sfruttare il potere di questa pianta? Con una deliziosa tisana: basterà lasciare bollire per qualche minuto dell'acqua con delle foglie (fresche o secche) e una scorza di limone, quindi filtrare e servire ancora caldo.

2. Elimina odori

Immagine

Con delle semplici foglie di alloro possiamo realizzare un profumatore ed elimina-odori per ambienti efficace e completamente naturale. Prendiamo le foglie e facciamole bollire per circa dieci minuti con della scorza di limone, lasciamo che l'odore elimini i cattivi odori della cucina, in particolare se abbiamo preparato una frittura. In alternativa, possiamo riporre delle foglie secche all'interno del frigorifero o sui caloriferi in funzione: in entrambi i casi, dopo qualche giorno, assorbiranno i cattivi odori e rilasceranno un piacevole aroma di fresco.

3. Olio aromatizzato

Immagine

E se sfruttassimo il profumo e l'aroma dell'alloro per condire i nostri piatti? Preparando un delizioso olio aromatizzato è possibile e, soprattutto, facilissimo. Prendiamo delle foglie di alloro, qualche foglia di salvia, un rametto di rosmarino e uno spicchio di aglio: lasciamoli "riposare" in un vasetto con dell'olio extravergine di oliva per due o tre giorni: trascorso il tempo necessario, non dovremo far altro che filtrare e conservare il nostro olio.

4. Piatti e ricette

Immagine

L'alloro trova largo spazio anche nella gastronomia, in alcune tradizioni regionali in particolare. Nella cucina siciliana, grazie al suo aroma e al suo profumo intenso, l'alloro viene ampiamente utilizzato nelle pietanze a base di pesce come gli involtini di pesce spada o le sarde a beccafico. Aggiunto a salse, sughi e brodi, l'alloro è in grado di donare un retrogusto profumato, proprio come nel caso del liquore, un digestivo pungente e fresco al punto giusto e facilissimo da preparare.

5. Rimedio contro tarme e farfalline del cibo

Immagine

L'alloro vanta proprietà repellenti ed è particolarmente utile se vogliamo contrastare in modo naturale tarme e farfalline del cibo. Per conservare per lungo tempo farina, pasta e alimenti secchi, basterà riporre delle foglie di alloro (secche o fresche) sui ripiani della dispensa, il suo odore terrà lontani ospiti poco desiderati.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
647
api url views