ricetta

Come pulire e cucinare i broccoli in pochi minuti e senza sprechi

Difficoltà: Facile
Dosi per: 2 persone
A cura di Rossella Croce
39
Immagine
ingredienti
Broccoli
500 gr

I broccoli, anche detti cavoli broccoli, sono ortaggi appartenenti alla famiglia delle crocifere di cui fanno parte anche cavolfiori, friarielli, cavolini di Bruxelles e cavolo cappuccio. Sono in realtà fiori commestibili, tipici dei mesi autunnali ed invernali in cui abbondano sulle nostre tavole e molto ricchi di vitamina C e di elementi nutrizionali antiossidanti. Di colore verde brillante, i broccoli non sono di certo amati dai più piccoli per il loro gusto deciso eppure fanno davvero bene alla nostra salute e, per chi non lo sapesse, sono perfetti per chi segue diete ipocaloriche grazie al bassissimo apporto calorico. Spesso, quando compriamo i broccoli al mercato, abbiamo paura di buttarne gran parte durante la pulizia: oggi vi spieghiamo in poche mosse come pulirli e in quali ricette gustarli al meglio!

Del broccolo si mangia tutto: le cime sono ottime da lessare, stufare a vapore, saltare in padella o gratinare in forno, mentre il gambo è un grande alleato per sughi e pesti. Non dimentichiamo le vellutate, calde e corroboranti nelle giornate fredde. Le idee sono infinite! Ricordate che il broccolo deve essere consumato sempre cotto: per non perdere le proprietà nutritive, scegliete metodi di cottura che consentano di conservare acqua. Saltateli brevemente in padella per 5 minuti; in alternativa cuoceteli a vapore per circa 10 minuti. Se bollite i broccoli, salvate l'acqua di cottura e riutilizzatela per altre ricette: per cuocere la pasta, per preparare pesti e creme, perché l'acqua di cottura del broccolo conserva tutte le proprietà nutritive.

Per pulire i broccoli occorre soltanto un coltello da cucina: rimuovete le cimette morbide e lasciate da parte il gambo, lavate tutto sotto abbondante acqua corrente e scegliete il metodo di cottura che preferite.

Come pulire i broccoli

Per prima cosa eliminate con le mani le foglie esterne più grandi, posizionate l vostro ortaggio su un tagliere e con un coltello ben affilato tagliate il gambo centrale 1. A questo punto avrete una sorta di mazzo composto di piccole cime: con il coltello tagliate ogni cima dalla base così da dividerle senza romperle 2. Sciacquate i broccoli sotto acqua fredda corrente: durante questa operazione eliminate le parti  interne delle cimette eventualmente ingiallite. I vostri broccoli sono pronti per essere cucinati 3.

Come cucinare i broccoli

Il metodo tipico di cottura del broccolo è la bollitura, che è anche la base di partenza per molte altre ricette, come creme e pesti. Una volta pulito e lavato il broccolo 4, ponetelo in una pentola di acqua salata portata a bollore 2. Attendete circa 5-7 minuti e testate con una forchetta la cottura: la verdura deve essere morbida ma consistente sotto i rebbi. Scolate le cimette: i tempi di cottura dipendono dalla dimensione del taglio. Se sono più grandi possono cuocere più a lungo; se sono di dimensioni inferiori, meglio accorciare i tempi.

Conservazione

I broccoli puliti e lavati possono essere conservati in frigorifero per un giorno al massimo, avvolti bene in un canovaccio. In alternativa surgelateli per massimo tre mesi.

Una volta bolliti, i broccoli si conservano in frigo per 2-3 giorni, chiusi in un contenitore ermetico.

39
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
39