video suggerito
video suggerito
22 Maggio 2023 15:00

Come pulire e conservare il prezzemolo: i metodi migliori

Come fare a conservare il prezzemolo per farlo durare più a lungo possibile? Ecco cinque metodi infallibili per averlo a disposizione come fosse (quasi) fresco.

A cura di Redazione Cucina
291
Immagine

Il prezzemolo è una delle erbe aromatiche più versatili che esistano: non a caso si dice "essere come il prezzemolo" in luogo dell'essere ovunque. Sulle verdure grigliate, sull'insalata di patate, sul pesce arrosto ma anche sulla carne, il prezzemolo è uno di quei prodotti da avere sempre a portata di mano, fresco e profumato: è anche ricco di benefici. Ma se non è possibile averlo sempre fresco a disposizione, come conservarlo per farlo durare il più a lungo possibile?

Come pulire il prezzemolo

La pulizia del prezzemolo dipende da come lo conserverai: se hai deciso di tenerlo nell'acqua basterà eliminare le foglie esterne più mature o macchiate e tagliare leggermente i gambi. Se invece vuoi congelarlo o essiccarlo, scegli le foglie integre e prive di macchie quindi stacca le foglie insieme a una piccola parte di gambo. Metti le foglie dentro una dentro una bacinella con dell’acqua fredda e 1 pizzico di bicarbonato per eliminare la terra ed eventuali parti ammaccate, quindi sciacqua bene. Asciuga il prezzemolo sistemandolo su un canovaccio pulito oppure usa una centrifuga per insalate.

A questo punto, secondo l'uso che ne farai, potrai decidere se tritare il prezzemolo o lasciare le foglie intere.

Come conservare il prezzemolo: i metodi migliori

Sono diversi i metodi per conservare il prezzemolo, dipende da quanto tempo vorrai conservarlo e dai piatti in cui vorrai usarlo.

1. In acqua

Immagine

Per far durare il prezzemolo 4-5 giorni basterà metterlo in acqua. Puoi farlo in due modi: staccando tutto il gambo e mettendo a bagno le foglie, oppure mettendo il mazzetto, dopo averlo privato della parte finale dei gambi, in un bicchiere con acqua fresca, come faresti con un mazzo di fiori. Ricorda di cambiare l'acqua ogni giorno. Cerca di tenerlo in un luogo luminoso, ma non sotto la luce diretta o troppo vicino a fon ti di calore.

2. In frigo

Immagine

Puoi mettere il prezzemolo in frigo in un barattolo di vetro con dell'acqua, oppure in un sacchetto per alimenti, avvolto da carta assorbente: in questo caso è meglio evitare di staccare i gambi. Sconsigliamo questo metodo perché il prezzemolo durerà quanto dura lasciandolo all'aria aperta, o poco di più: a questo punto, meglio averlo fresco.

3. In freezer

Immagine

Uno dei metodi più usati per conservare il prezzemolo è quello di conservarlo in freezer: anche in questo caso ci sono diversi metodi. Puoi semplicemente tritarlo e metterlo in un barattolo di vetro con chiusura ermetica; evita però di mettere troppo prezzemolo, o di pressarlo, il tutto deve rimanere leggero: così quando ti servirà potrai staccare solo la parte che ti serve. Un altro metodo è quello di tritarlo e congelarlo mettendolo nelle vaschette del ghiaccio, con un goccio di olio extravergine o di acqua: così staccherai solo il cubetto che ti serve. Infine, puoi congelarlo per intero: metti i vari gambi con le foglie su un vassoio coperto con carta da forno e infila tutto in freezer; qualche ora dopo tiralo fuori, stacca delicatamente i gambi e infilali in un sacchetto, da rimettere in congelatore. In freezer il prezzemolo durerà circa 3-4 mesi.

4. Sott'olio

Immagine

Un altro metodo per conservare il prezzemolo è quello di metterlo sott’olio: in questo modo, se ben conservato, durerà un anno circa. Per la prepararlo lava e asciuga le foglie del prezzemolo, quindi mettile in un barattolo con chiusura ermetica e coprile del tutto con l’olio: una volta pronto, riponi il barattolo in frigorifero. Quando lo apri per prelevare il prezzemolo rabbocca l'olio se necessario, in modo che le foglie siano completamente immersi.

5. Essiccato

Immagine

Puoi essiccare il prezzemolo in diversi modi: al sole, in forno o nell'essiccatore. Naturalmente il primo è il metodo più economico, mentre gli altri due sono decisamente dispendiosi, soprattutto il secondo.

Per essiccare il prezzemolo al sole dovrai trovare delle reti a maglie fitte o, meglio ancora, delle zanzariere, su cui disporre il prezzemolo ben steso. Gira la zanzariera più volte durante la giornata, per evitare che si formi umidità: quando il sole sta per calare sposta il prezzemolo in casa. Con questo metodo ci vorrà circa una settimana per essiccare il prezzemolo alla perfezione.

Per essiccarlo in forno, lava e asciuga bene il prezzemolo, poi disponilo su una teglia coperta con carta forno senza sovrapporre i vari gambi: tienilo in forno a 60 °C per due ore, poi controlla. Puoi farlo anche in microonde, accendendolo alla potenza minima per 30 secondi, poi per 60 e poi ancora per 30, finché il prezzemolo non risulta secco e friabile.

Ultima opzione, l'essiccatore: disponi il prezzemolo ben lavato e asciugato sulle teglie e scegli la modalità essiccazione delle erbe, ci vorranno dalle 2 alle 3 ore, secondo il modello.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
291
api url views