I succhi di frutta sono una bevanda gustosa che mette d'accordo tutti, grandi e piccini. Sono perfetti da sorseggiare d'estate, ma non solo. In tutti i periodi dell'anno infatti, abbiamo bisogno di arricchirci di vitamine. I succhi di frutta sono un'ottima ricarica di vitalità da gustare quando ci sentiamo spossati, stanchi o poco in forma.

Se volete evitare quelli in commercio, spesso ricchi di conservanti o coloranti, o se avete frutta da consumare, potete preparare i vostri succhi di frutta in casa, senza uscire a fare la spesa. Potete ricavare i succhi dalla spremitura di 1 o più frutti, eliminando la parte più ricca di polpa. Non vi preoccupate se non avete centrifughe o frullatori, non vi serviranno. Ecco allora come preparare ottimi succhi di frutta fatti in casa, in 5 semplici step.

1.Scegliere la frutta

Per preparare ottimi succhi di frutta fatti in casa, per prima cosa dovete valutare la qualità della frutta. Scegliete frutti maturi ma non troppo, che risultino piuttosto sodi al tatto, senza ammaccature o tagli. Aiutatevi con l'olfatto: il frutto giusto ha un profumo intenso e gustoso. Scegliete frutta di stagione e se è possibile "a chilometro zero", che conserva meglio le caratteristiche nutrizionali.

Scegliete i gusti che preferite. I più classici sono la limonata o il succo d'arancia, ma non solo. Potete scegliere i tradizionali succhi di pesca o di pera, oppure sperimentare frutti esotici, come il mango, la papaya e il frutto della passione. Il succo di mirtillo, non solo è ricco di vitamine A e C, ma è noto per le sue proprietà antiossidanti.

10-cibi-che-aiutano-le-difese-immunitarie-frutta

2.Lavare bene la frutta

Il secondo passaggio fondamentale per preparare i succhi di frutta è assicurarsi di lavare bene i frutti per eliminare possibili pesticidi, ma anche terriccio o altri residui. Lavateli con cura sotto l'acqua corrente, poi immergeteli in una ciotola colma d'acqua mischiata a bicarbonato di sodio per qualche minuto.

fragole a lavare

3. Sbucciare e tagliare in pezzi

Asciugate per bene tutta la frutta e togliete la buccia, eventuali torsoli, noccioli e possibili parti danneggiate. Se state preparando un succo di limone o di arancia, eliminate anche la parte bianca attorno agli spicchi, di solito più amara del resto, o la parte centrale nel caso dell'ananas.

4.Cottura

Fate bollire 1 litro d'acqua per ogni chilo di frutta, aggiungendo 50ml di zucchero. Nel frattempo tagliate la frutta a pezzi, ma non lasciatela troppo a riposo, per evitare che si ossidi. Versatela nell'acqua bollente. Lasciate cuocere fino a quando la frutta sarà morbida e spruzzate qualche goccia di succo di limone poco prima di terminare la cottura.

5. Frullare la frutta

Frullate il tutto con un minipimer e se non tollerate i pezzi di frutta, filtrate la polpa. Fate raffreddare il succo di frutta, poi mettetelo in frigorifero e servitelo fresco, con un cubetto di limone, o una foglia di menta sull'orlo del bicchiere.

Pastorizzazione

La pastorizzazione è un trattamento che consente di eliminare la maggior parte di germi negli alimenti e quindi a prevenire che si formino muffe. È un passaggio fondamentale se intendete conservare i succhi di frutta, anziché berli subito.

Chiudere il succo di frutta dentro dei barattoli di vetro con il coperchio, avvolgeteli in un canovaccio e fateli bollire in una pentola con una quantità d'acqua che non superi il livello del tappo per circa 20-30 minuti. Una volta raffreddati, verificate il sotto vuoto: i coperchi devono apparire concavi al centro e premendo, non si deve sentire più il classico "click" del barattolo.

Conservazione

Conservate i vostri succhi di frutta in dispensa, o in qualunque posto che sia asciutto, pulito e fresco. In questo modo, possono conservarsi e mantenere il loro gusto fino a 8-12 mesi. Una volta aperti invece, conservate i succhi di frutta in frigo e consumateli nel giro di 4 o 5 giorni. Prima di consumarli, controllate sempre che il succo non sia alterato, che l'odore sia gradevole e il colore lo stesso.

Per conservare i prodotti in modo genuino, sterilizzate sempre i vasetti in cui intendete conservare i vostri succhi. In alternativa alla pentola, potete usare la lavastoviglie, che vi consente di sterilizzare sia barattoli che coperchi. Fate due lavaggi ad alta temperatura per pochi minuti, senza mischiare i barattoli ad altre stoviglie sporche. Tra un lavaggio e l'altro, sciacquate i barattoli con dell'aceto. Alla fine, lasciateli a testa in giù su un canovaccio pulito, finché non saranno del tutto asciutti.