ingredienti
  • cimette di cavolfiore 800 gr
  • Carote 3 • 21 kcal
  • Vino bianco secco 500 ml • 380 kcal
  • Aceto di vino bianco 500 ml
  • Alloro qualche foglia
  • Pepe nero in grani q.b.
  • Sale grosso 1 manciata
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il cavolfiore sott’aceto è una conserva semplice e deliziosa, dedicata a chi ama questo ortaggio portentoso, ricco di antiossidanti e sostanze preziose, e non vuole rinunciarvi anche quando non più di stagione. Potete scegliere la varietà che più preferite: noi abbiamo optato per una versione "multicolor", per rendere la preparazione ancora più originale. Le cimette di cavolfiore vengono sbollentate in acqua e poi conservate in una marinatura a base di vino, aceto, alloro e grani di pepe: un paio di mesi di riposo e poi potrete gustarle come antipasto o contorno in accompagnamento a carni e salumi. Scoprite come realizzarlo seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare il cavolfiore sott'aceto

cavolfiore sott'aceto

Lavate accuratamente le cimette di cavolfiore e poi scolatele per bene (1).

cavolfiore sott'aceto

Raccoglietele in una ciotola, coprite con acqua fredda e aggiungete una manciata di sale grosso (2).

cavolfiore sott'aceto

Pelate le carote e tagliatele a fette oblique (3).

cavolfiore sott'aceto

Aggiungete le carote nella ciotola con l’acqua salata (4) e lasciate riposare per 1 ora. Mettete sul fuoco una pentola con dell'acqua, portate a bollore e scottate le verdure per 3-4 minuti; scolatele e lasciatele asciugare.

cavolfiore sott'aceto

Intanto in un'altra pentola versate l'aceto e il vino (5); mettete sul fuoco, aggiungete il pepe e l’alloro e lasciate scaldare per qualche minuto.

cavolfiore sott'aceto

Distribuite le cimette di cavolfiore nei vasetti di vetro, coprite con la marinata (6) e chiudete con cura.

cavolfiore sott'aceto

Mettete i vasetti a testa in giù e conservateli in dispensa per un paio di mesi. Quindi apriteli e gustate il cavolfiore sott'aceto (7).

Consigli

Con queste dosi otterrete circa 3 vasetti da 250 gr l'uno. Per poter gustare in tutta sicurezza le conserve casalinghe, abbiate l'accortezza di utilizzare dei vasetti precedentemente sterilizzati.

Potete preparare il vostro cavolfiore sott'aceto aggiungendo o variando sia le spezie sia le erbette aromatiche; oltre alle carote, potete utilizzare anche altre verdure, come per esempio degli scalogni, delle rondelle di porro o delle fettine di cipolla. Potete utilizzare le cimette di più cavolfiori oppure utilizzare anche una sola tipologia.

Il cavolfiore sott'aceto si sposa benissimo con gli arrosti di carne o un secondo di pesce alla griglia, ma potete utilizzarli anche per realizzare la classica insalata di rinforzo, piatto tipico della tradizione napoletana.

Se amate questo genere di preparazioni, ecco 10 ricette di conserve da sperimentare in casa.

Conservazione

Il cavolfiore sott'aceto si conserva, chiuso nei vasetti sterilizzati, fino a 6 mesi; una volta aperto, conservatelo in frigorifero per massimo 6-7 giorni.