Carlo cracco the dinner club

Di qualsiasi preparazione si parli, sia di alta cucina sia più propriamente casereccia, un piatto risulta sicuramente più buono se condiviso, gustato con gli amici giusti, a prescindere dal suo effettivo sapore. È probabilmente questo il concetto su cui poggia Dinner Club, la nuova produzione firmata Amazon Prime Video, che ha debuttato in streaming lo scorso 24 settembre e con Carlo Cracco nelle insolite vesti di cicerone gastronomico. Tocca al celebre chef veneto, di nuovo sullo schermo dopo l’esperienza a Masterchef e quella (poco fortunata) di Nella mia cucina, fare da guida a sei personaggi del mondo dello spettacolo.

Lo accompagnano in questo viaggio tra uomini, luoghi e sapori del Belpaese Fabio De Luigi, Luciana Littizzetto, Sabrina Ferilli, Diego Abatantuono, Piefrancesco Favino e Valerio Mastrandrea. A turno vengono guidati dallo chef nell'Italia più nascosta e autentica, in un percorso in cui tanto è stato affidato anche alla capacità di improvvisazione e adattamento dei protagonisti.

the dinner club cracco favino

Condivisione, convivialità e amicizia i valori trasmessi da Dinner Club, che mette al centro non solo il cibo ma anche il clima che dovrebbe accompagnare ogni pasto. “Nessun piatto può essere paragonato a una serata tra amici al Dinner Club” dice Carlo Cracco in fase di presentazione della nuova produzione.

Dinner Club, il format del programma

Un format on the road che vede spostamenti in camper, barca, cavallo o bicicletta, con Cracco “capitano” della sua insolita quanto sfaccettata compagnia di ospiti al seguito. Alla scoperta dei sapori italiani più nascosti, delle realtà più vere e autentiche del nostro territorio: il tutto in un viaggio di formazione gastronomica per i sei ospiti dello chef, che vestono anche gli inediti panni di assistenti nelle cene che Cracco preparerà a tutta la sua brigata.

Carlo cracco the dinner club Sardegna

Sei puntate che si snodano attraverso altrettanti luoghi dello Stivale, ognuno con le sue caratteristiche, peculiarità e specialità gastronomiche. Il cibo è ovviamente protagonista, con vari piatti e prodotti tipici che vengono assaporati e replicati da Cracco assieme ai suoi amici. Il viaggio si snoda tra il delta del Po, Puglia e Basilicata, Sardegna, il Cilento, la Maremma e la Sicilia, in un travelogue che attraversa tutta la penisola.

In ogni puntata lo chef viaggia in coppia con uno dei suoi ospiti, scopre il territorio, conosce gli uomini che lo popolano, lo lavorano e lo caratterizzano. Assapora il cibo figlio di quella terra e lo replica (coadiuvato dal compagno di avventura di turno), poi, in una cena che chiude ogni episodio, in compagnia di tutti gli altri attorno a una grande tavola. Fil rouge delle puntate il clima leggero e divertente, di condivisione e spensieratezza per un prodotto che promette di essere una boccata d’aria fresca in un periodo fisiologicamente caratterizzato da restrizioni e limitazioni, in cui si sente la necessità di svagarsi e tornare a sorridere. In nessuna occasione, tra l'altro, si fa riferimento al Covid.

Quando è stato girato Dinner Club

Il progetto di Dinner Club è nato a inizio 2020, ma la pandemia ha fisiologicamente rallentato i piani della produzione. Lo show è stato realizzato quindi in periodo Covid, nel pieno rispetto delle normative sanitarie, e tutti i protagonisti, i personaggi e le persone in scena si sono regolarmente sottoposte ai tamponi. In un'intervista a Radio Deejay Cracco ha rivelato che le riprese sono state effettuate tra ottobre 2020 e gennaio 2021.

Se ci sarà una seconda stagione del programma? Considerando il successo e l'apprezzamento da parte di critica e pubblico, pare scontato che Dinner Club possa proseguire oltre questa prima edizione. Grande curiosità, a questo punto, sulla scelta dei nuovi compagni di viaggio dello chef.

Foto dal trailer ufficiale di Dinner Club