18 Gennaio 2024 13:00

Buccia o non buccia, questo è il dilemma: com’è meglio mangiare le carote?

È un grande dubbio della cucina, se le carote si possano mangiare con la buccia o se vadano pelate. Qual è la risposta al quesito? Te la riveliamo noi e, come sempre, la verità sta nel mezzo.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Martina De Angelis
100
Immagine

Dolci, versatili, leggere e gustose: le carote sono radici commestibili che si possono consumare crude o cotte e che si prestano a tantissime ricette diverse, e persino a dolci come la squisita carrot cake, specialità anglosassone facile da replicare a casa.

Ma c'è un grande dilemma che potrebbe venirti in mente quando ti stai preparando a usarle in cucina: le carote si mangiano con la buccia o senza buccia? È una domanda lecita, perché si tratta di ortaggi che crescono sotto terra e quindi il dubbio se la buccia sia o meno commestibile è normale.

Carote con buccia: sì, a attenzione alla pulizia

Generalmente le persone sono convinte che le carote vadano pelate, perché mantenendo la buccia hanno un sapore più terroso, e inoltre potrebbero trattenere insieme al terriccio i diserbanti utilizzati per coltivare il terreno. Quindi le carote vanno per forza sbucciate? Assolutamente no e, come sempre, la verità sta nel mezzo. La buccia della carota, infatti, è commestibile ed essendo molto sottile non è assolutamente necessario rimuoverla.

Ovviamente però bisogna fare attenzione: si tratta comunque di un ortaggio che cresce sotto il terreno, quindi rimane impregnato di terriccio. Per consumare le carote con la buccia quindi è fondamentale per prima cosa scegliere delle carote coltivate biologicamente; inoltre, lavarle molto bene, non solo con l'acqua ma anche con prodotti come il bicarbonato, utilissimo per pulire  frutta e verdura.

Immagine

Per eliminare ogni residuo di terra puoi anche raschiare la superficie della carota con una spazzola o con la lama seghettata di un coltello: in questo modo riuscirai a mantenere la buccia ma allo stesso tempo rimuovere tutte le impurità.

Mangiare le carote con la buccia permette di velocizzare i tempi di preparazione, di evitare inutili sprechi nell'economia del riuso e del riciclo, ma anche di usufruire pienamente delle ottime proprietà dell'ortaggio. Proprio come succede per la frutta, infatti, sono in buona parte concentrate proprio nella buccia.

Tutti i benefici della buccia delle carote

La carota è un ortaggio particolarmente benefico, e molte delle sue proprietà migliori sono concentrate nella buccia, dove si trovano tanti preziosi nutrienti per il nostro organismo.

La buccia della carota infatti è ricchissima di beta carotene, un pigmento che il corpo trasforma in vitamina A: è una sostanza antiossidante, un grande aiuto per la vista, per la saluta della pelle e per la regolazione della glicemia.

Inoltre sia la carota che la sua buccia contengono le molecole antiossidanti chiamate luteina e zeaxantina, e altre sostanze che aiutano a combattere i radicali liberi. Contengono anche molte fibre che incidono sul nutrimento dei batteri buoni, e in generale aiutano a sviluppare una maggiore difesa verso malattie croniche del cuore e del cervello.

Immagine

Come cucinare le carote con la buccia

Le carote con la buccia possono essere cucinate esattamente come le carote pelate: in tutti i modi, impiegate in ricette dolci e salate, cotte o crude. Sono buonissime come snack salutare o come arricchimento per le insalate, ma possono diventare anche delle chips croccanti e gustose da cuocere al formo.

Ovviamente le carote, con o senza buccia, possono essere impiegate nella preparazione di dolci: chi non conosce e ama, per esempio, le camille? Deliziosi anche i muffin alle carote, soffici e golosi o una più "classica" ciambella, perfetta per colazioni leggere e gustose.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
100