ingredienti
  • Farina 00 530 gr • 750 kcal
  • Zucchero semolato 220 gr • 146 kcal
  • Burro 170 gr • 380 kcal
  • Uova 2 • 15 kcal
  • Lievito per dolci 12 gr • 50 kcal
  • Latte 30 ml • 79 kcal
  • Per la decorazione
  • uovo 1 • 15 kcal
  • Granella di zucchero q.b. • 470 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La brazadela è un dolce tipico della città di Ferrara, dal gusto autentico e genuino. Si tratta di una ciambella realizzata con pochi e semplici ingredienti, dall'irresistibile profumo di limone. Friabile e piuttosto compatta, ha una consistenza simile a un biscotto morbido ed è ideale da inzuppare nel latte o nel tè caldo. Una specialità che è possibile acquistare nei forni e nelle pasticcerie locali, facilissima da replicare anche in casa. Scoprite come fare seguendo passo passo la nostra ricetta e gustatela a colazione, merenda o a conclusione del pasto, "pucciata" in un bicchiere di vino rosso.

Come preparare la brazadela

unire zucchero

Rompete le uova in una ciotola capiente, versate lo zucchero semolato (1) e lavorate il tutto con una frusta a mano.

unire burro

Sciogliete il burro e lasciatelo intiepidire; versatelo a filo nel composto di uova e zucchero (2), quindi mescolate.

aggiungere scorza di limone

Profumate l'impasto con un po' di scorza di limone grattugiata (3).

unire farina

Incorporate la farina, setacciata insieme al lievito, aggiungendone poca alla volta; lavorate l'impasto finché non risulterà abbastanza compatto.

aggiungere latte

Versate il latte (5) e impastate per bene il tutto.

formare cilindro

Trasferite il composto su una spianatoia, leggermente spolverizzata con la farina, e arrotolatelo dandogli una forma a cilindro (6).

Imburrate e infarinate uno stampo a ciambella da 24 cm di diametro; sistemate all'interno l'impasto e chiudete i lembi. Spennellate la superficie della ciambella con l'uovo, leggermente sbattuto (7).

ricoprire con zuccherini

Cospargete la superficie con la granella di zucchero (8) e fate cuocere in forno statico a 170 °C per circa 40-45 minuti.

ciambella ferrarese

Trascorso il tempo di cottura, sfornate la ciambella e lasciatela raffreddare, quindi sformatela, trasferitela in un piatto da portata e servite (9).

Consigli

Per aromatizzare l'impasto, utilizzate dei limoni biologici e non trattati chimicamente: ricavate la scorza con l'apposita grattugia e fate attenzione a non prelevare la parte bianca, il cosiddetto albedo, dal retrogusto leggermente amarognolo.

A piacere, potete sostituire la scorza del limone con quella dell'arancia e aromatizzare anche con spezie a piacere, come la cannella, la vaniglia Bourbon e il cardamomo. Potete aggiungere un goccio di liquore all'anice o di limoncello, per un gusto finale ancora più intenso.

Per una versione ancora più golosa, ma meno tradizionale, potete arricchire l'impasto anche con delle gocce di cioccolato.

Potete accompagnare la brazadela con della crema inglese, una pasticciera al cioccolato o un ciuffo di panna montata, guarnendo il tutto con frutta fresca.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la torta tenerina e la ciambella romagnola che, a differenza di questa versione, è confezionata a forma di filoncino unico.

Conservazione

La brazadela si conserva perfettamente a temperatura ambiente, chiusa in un apposito contenitore ermetico, per almeno 4-5 giorni.