ingredienti
  • baccalà già ammollato e dissalato 1 kg
  • Pangrattato 150 gr • 21 kcal
  • Vino bianco secco 1/2 bicchiere • 380 kcal
  • Rosmarino qualche rametto • 29 kcal
  • Olio extravergine di oliva 50 ml • 29 kcal
  • Sale q.b. • 286 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il baccalà alla ceraiola è un piatto tipico della gastronomia umbra, in particolare di Gubbio. Viene preparato tradizionalmente per la Festa dei Ceri, che si svolge il 15 maggio, in onore di Sant'Ubaldo, protettore della città. Si tratta di una ricetta semplice e molto gustosa in cui il baccalà viene passato in una panatura aromatizzata al rosmarino, che conferisce al piatto rusticità e croccantezza, e poi cotto in forno con olio e vino bianco, fino a leggera doratura. Fragrante e tenero, è perfetto da servire come secondo in occasione di un pranzo in famiglia o una cena a base di pesce con ospiti. Scoprite come fare seguendo passo passo le nostre indicazioni.

Come preparare il baccalà alla ceraiola

baccalà alla ceraiola

Lavate accuratamente il baccalà ed eliminate ogni traccia di sale. Aiutandovi con le mani, cercate eventuali lische residue (1) e poi toglietele con l'apposita pinzetta.

baccalà alla ceraiola

Tritate finemente il rosmarino (2).

baccalà alla ceraiola

Miscelate il rosmarino tritato con il pangrattato (3).

baccalà alla ceraiola

Panate il baccalà, passando nella panatura il lato senza pelle (4).

baccalà alla ceraiola

Trasferite il baccalà in una teglia e copritelo con altra panatura (5).

baccalà alla ceraiola

Irrorate con l'olio (6) e poi versate il vino bianco. Fate cuocere in forno a 180 °C per circa 40 minuti, accendendo il grill negli ultimi istanti di cottura.

baccalà alla ceraiola

Trascorso il tempo di cottura, sfornate il baccalà e guarnite con qualche ciuffetto di rosmarino fresco (7). Aggiustate di sale e di pepe, quindi servite.

Consigli

Potete acquistare il baccalà già dissalato e reidratato, ma è preferibile realizzare questo procedimento in casa: lavate il pesce sotto l’acqua corrente fredda ed eliminate l’eccesso di sale, quindi trasferitelo in una bacinella, coprite con l’acqua e lasciate riposare per 8 ore; risciacquatelo per bene, cambiate nuovamente l’acqua e procedete in questo modo per almeno 36 ore. Sciacquate i filetti per un’ultima volta e poi tamponateli con un foglio di carta assorbente da cucina.

Dal momento che il baccalà è conservato sotto sale, non dovrebbe essere necessario salare ulteriormente la preparazione; il consiglio è di assaggiarla e aggiustarne l'eventuale sapidità.

In sostituzione del rosmarino o in aggiunta, potete aggiungere un po' di prezzemolo o di timo limoncino. Profumate anche con un po' di scorza di limone grattugiata, che donerà al piatto una piacevole freschezza.

Se vi è piaciuta questa ricetta, ecco tante idee semplici e golose con protagonista il baccalà.

Conservazione

Il baccalà alla ceraiola può essere conservato in frigorifero, chiuso in un apposito contenitore ermetico, per massimo 1 giorno.