ingredienti
  • Asparagi freschi 500 gr • 45 kcal
  • Sale 8 gr • 0 kcal
  • Acqua 1 l • 750 kcal
  • Timo 1 mazzetto • 0 kcal
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli asparagi in salamoia sono una conserva davvero semplice da realizzare, da preparare durante la stagione primaverile, quando questi amati ortaggi sono disponibili e particolarmente saporiti e fragranti. In questo modo, potrete gustarli durante tutto l'anno, anche quando la primavera sarà solo un lontano ricordo. Dalla salamoia alla fase di sterilizzazione, fino ai consigli di conservazione: vi spieghiamo passo passo come realizzare questa conserva in tutta sicurezza e senza sbagliare un colpo.

Come preparare gli asparagi in salamoia

Asparagi in salamoia

Preparate gli asparagi: tagliateli tutti alla stessa altezza eliminando la parte finale più dura (1).

Asparagi in salamoia

Lavateli con cura sotto l'acqua corrente fredda e poi legateli nuovamente a mazzetto. Trasferiteli in una pentola capiente, in cui possano stare comodamente (2) o, qualora la abbiate, nell'apposita asparagiera. Lessateli per 4-5 minuti a partire dal bollore.

Asparagi in salamoia

Una volta cotti, scolate per bene gli asparagi e teneteli da parte (3).

Asparagi in salamoia

Preparate la salamoia: fate bollire 8 gr di sale con 1 l di acqua in un pentolino (4).

Asparagi in salamoia

Disponete gli asparagi in un vasetto di vetro, mettendoli in piedi (5).

Asparagi in salamoia

Aggiungete il rametto di timo ben lavato (6).

Asparagi in salamoia

Profumate infine con uno spicchio di aglio (7).

Asparagi in salamoia

Versate la salamoia bollente, fino a coprire (8), quindi chiudete perfettamente il vasetto. Procedete alla sterilizzazione: sistemate i vasetti ben chiusi in una pentola capiente e fateli bollire con acqua per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo, spegnete e lasciate raffreddare i vasetti nella loro acqua di bollitura.

Asparagi in salamoia

Una volta freddi, scolate i vasetti, asciugateli per bene e fateli riposare per almeno 40 giorni prima di consumarli. Trascorso questo tempo, i vostri asparagi in salamoia saranno pronti per essere gustati (9).

Consigli

Gli asparagi in salamoia si preparano con le parti più tenere di questi ortaggi, legati a mazzetti, cotti (se possibile nell'apposita asparagiera) e poi messi in salamoia con odori, aromi e spezie. In questa ricetta sono stati utilizzati aglio e timo fresco, ma potete scegliere i profumi che più amate: mentuccia, basilico, rosmarino, alloro, grani di pepe, scorzette di limone e così via.

Gli asparagi in salamoia vanno preparati almeno 40 giorni prima del loro utilizzo. In generale, qualsiasi sia la conserva, non dimenticate di etichettarla, indicando giorno, mese e anno di preparazione.

Prima di utilizzare una conserva, controllate la capsula del vasetto: in particolare, fate attenzione che non sia rigonfia. Nel caso ne abbiate usato uno con coperchio a guarnizione, verificate che quest'ultima abbia mantenuto la sua elasticità; se così non fosse, buttate la conserva. La sicurezza prima di tutto.

Al momento del consumo, scaldate i vasetti a bagnomaria e utilizzate gli ortaggi senza aggiungere sale; in alternativa potete sciacquarli accuratamente sotto l'acqua corrente fredda e gustarli a piacere.

Gli asparagi in salamoia sono perfetti come contorno sfizioso da abbinare, per esempio, a delle uova in camicia. Con queste quantità otterrete 1 vasetto per 3-4 persone.

Conservazione

Gli asparagi in salamoia si conservano etichettati in un luogo buio, fresco e asciutto per 6 mesi. Una volta aperti, teneteli in frigorifero ben chiusi e consumateli entro pochi giorni.