L'aloe è una pianta appartenente alla famiglia delle Aloeaceae, originaria della penisola araba e coltivata in tutto il mondo, soprattutto nelle zone a clima più caldo. In natura, più o meno spontanee, si contano fino a 200 varietà di aloe, tutte accomunate dai numerosi benefici che questa pianta è in grado di apportare al nostro corpo. Non a caso, già gli antichi Egizi, come i romani, consideravano l'aloe una pianta miracolosa: scopriamo perché e come utilizzarla nella nostra alimentazione.

Proprietà dell'Aloe

Per le sue infinite proprietà benefiche, l'aloe è considerata da sempre una pianta magica, secondo gli antichi Egizi perfino miracolosa. Dalle foglie, sode e appuntite, si estrae un gel molto denso, ricco di principi attivi che possono avere un effetto immunostimolante, depurativo e antinfiammatorio sul nostro organismo. Nello specifico, l'aloe può essere utilizzato sotto forma di gel per uso esterno, o come succo puro, per uso interno e tra le proprietà principali troviamo:

  • Cicatrizzante e coagulante: l'aloe contiene glucomannani (polimeri di glucosio e mannosio) che stimolano i globuli bianchi e potenziano la sintesi del collagene, favorendo così la naturale coagulazione e cicatrizzazione dei tessuti; non a caso già gli antichi romani utilizzavano il gel delle foglie di aloe per curare le ferite da taglio;
  • depurativa: annoverata da sempre nella lista degli alimenti detox, l'aloe contiene sali minerali e una buona quantità di vitamina B12 che stimola il metabolismo e favorisce l'eliminazione delle tossine e dei liquidi in eccesso;
  • effetto antidolorifico: in grado di stimolare la produzione di endorfine, l'aloe contiene anche una buona quantità di acido acetilsalicilico che gli conferisce un potere anestetico, analgesico e antidolorifico;
  • anestetica: l'aloe contiene diversi elementi analgesici che possono attutire ogni tipo di dolore muscolare o articolare, svolgendo un'azione calmante sui nervi;
  • lassativa: utilizzata sotto forma di succo, l'aoe stimola la flora batterica e favorisce l'eliminazione delle sostanze nocive per il nostro organismo e il corretto funzionamento dell'apparato gastrointestinale; è ottima, dunque, per chi soffre di stipsi o costipazione;
  • lenitiva: un antichissimo rimedio naturale contro punture di insetti, zanzare e meduse, ma anche per trovare sollievo dopo scottature sia da sole sia da fuoco;
  • effetto antibiotico: l'aloe sarebbe in grado di curare una serie di infezioni, in particolare quelle di origine micotica, ottima per contrastare funghi, ma anche emorroidi o infezioni da vermi;
  • antiage: le vitamine presenti nel gel estratto dalle foglie, insieme a manganese e selenio, possono contrastare lo sviluppo dei radicali liberi e quindi l'invecchiamento cellulare.

Come usare l'aloe nella nostra dieta

Abbiamo visto tutti i motivi per cui l'aloe non dovrebbe mai mancare nella nostra dispensa, ma è possibile utilizzarla in cucina? Il miglior modo per assumere l'aloe è sotto forma di succo, meglio se completamente naturale e non trattato: il consiglio è di assumerne un misurino la mattina e la sera prima di andare a dormire, puro o diluito in un bicchiere d'acqua, lontano dai pasti. Nei periodi più caldi, potete utilizzare il succo di aloe per preparare un'acqua detox, rinfrescante e salutare.