airbnb-esperienza-cucina-slow-food

Se vi trovate su Cookist, una delle parti più importanti dei vostri viaggi è sicuramente la parte culinaria e Airbnb lo sa: lanciata “L’esperienza in Cucina”, un’offerta pensata per coinvolgere i viaggiatori nella cultura gastronomica del luogo visitato.

Oltre 3000 ricette in 75 Paesi disponibili: la proposta dell’azienda di San Francisco in collaborazione con Slow Food che selezionerà le ricette più rappresentative del patrimonio gastronomico della nazione. L’esperienza permetterà ai turisti di cucinare i piatti della tradizione con le persone del luogo, prenotando direttamente sul sito questa esperienza. Non una lezione di cucina ma di una vera esperienza in cui si è coinvolti nella vita casalinga delle persone, in una bella atmosfera conviviale.

L’idea è piaciuta molto ai fruitori di Airbnb che ha registrato un aumento del 160% nelle prenotazioni di questo tipo di esperienza, proprio perché i viaggiatori di tutto il globo ormai cercano un’avventura realistica nel luogo visitato, quindi guardare il posto con gli occhi di chi ci vive.

airbnb-esperienza-cucina

Airbnb e Slow Food hanno messo anche a disposizione 100 borse di studio per diventare host. I premiati andranno a lezione da professori e chef stellati per cinque giorni all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e le ricette saranno pubblicate nel libro di cucina di Airbnb previsto per il 2020. Le candidature chiuderanno il 23 dicembre sul sito, dove potrete candidarvi o “Nominare il cuoco di famiglia”.

Il lancio della piattaforma è invece previsto per il 15 dicembre con la partecipazione di Mara Maionchi: la discografica, che torna in cucina dopo l’esperienza di Celebrity Masterchef, ospiterà 6 persone che pagheranno il prezzo simbolico di 1 euro. Se volete andare a cena con Mara, basta iscriversi alla sezione apposita.