video suggerito
video suggerito
ricetta

Abbacchio in fricassea: la ricetta del secondo piatto della tradizione pasquale

Preparazione: 10 Min
Cottura: 15 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Fabiola Fiorentino
74
Immagine

L’abbacchio in fricassea è un secondo piatto tipico della tradizione italiana, una pietanza povera, a base di pochi ingredienti, ma ricca di gusto, che si prepara generalmente in occasione della Pasqua.

Il termine fricassea, dal francese fricassée, fa riferimento al metodo di cottura impiegato per la preparazione: la carne di agnello viene cotta in casseruola con cipolla, tuorli sbattuti, succo di limone ed erbe aromatiche. Il risultato è una carne tenera e che si scioglie in bocca, avvolta da un sughetto cremoso e saporito.

Trattandosi di una ricetta tradizionale, sono tante le versioni proposte in giro per l’Italia, ma oggi ti mostreremo la nostra, che è semplicissima da replicare e perfetta per il menu pasquale come alternativa, o anche insieme, al cosciotto di agnello o alle costolette di agnello fritte. Per esaltarne il sapore, ti consigliamo di servire il tuo abbacchio con dei crostini di pane croccante o delle fette di pane rustico e accompagnarlo con un contorno di carciofi in padella o patate al forno.

Scopri come preparare l’abbacchio in fricassea seguendo passo passo procedimento e consigli, e se questa ricetta ti è piaciuta non perderti l'abbacchio alla romana e l'abbacchio a scottadito, altri due saporiti modi di cucinare l'agnello.

ingredienti

Agnello
1,2 kg
Vino bianco
1 l
Uova
3
Cipolla
1
Aglio
1 spicchio
Limone
1
Prezzemolo tritato
1 ciuffo
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.
Pepe nero
q.b.

Come preparare l'abbacchio in fricassea

Per preparare l'abbacchio in fricassea versa un filo di olio extravergine di oliva in una padella antiaderente, poi unisci la cipolla tritata e fai rosolare 1.

Non appena la cipolla si sarà dorata, aggiungi i pezzi di agnello in padella, facendoli rosolare per bene da entrambi i lati e assicurandoti che perdano parte del loro grasso e dei succhi 2.

A questo punto sfuma la carne con il vino bianco. Una volta evaporato il vino, unisci un po' di prezzemolo tritato e uno spicchio di aglio 3; mescola e prosegui la cottura per circa un'ora, mescolando di tanto in tanto e aggiungendo poca acqua se noti che la carne si sta attaccando.

In una ciotola a parte sbatti energicamente le uova con sale, pepe nero e il succo di un limone: il liquido ottenuto sarà la base della fricassea 4.

Versa quindi il miscuglio sull’agnello, mescola e prosegui la cottura a fiamma bassa per un paio di minuti 5. Fai attenzione durante questo passaggio: l'uovo dovrà rimanere liquido e cremoso senza cuocersi eccessivamente.

Il tuo abbacchio in fricassea è pronto: servilo con un'ulteriore spolverizzata di prezzemolo e uno spicchio di limone 6.

Consigli

Se preferisci, puoi far rosolare la cipolla nel burro anziché nell'olio.

Per ridurre il retrogusto selvatico tipico dell'agnello puoi massaggiare delicatamente i pezzi di abbacchio con un limone tagliato a metà, tenendoli poi da parte fino al momento della cottura. In alternativa, puoi marinare l'agnello o sostituirlo con carni magre e dal sapore più neutro come pollo o coniglio tagliati a bocconcini.

Conservazione

L’abbacchio in fricassea andrebbe gustato ben caldo e al momento, per apprezzarne al meglio il sapore, ma se avanza puoi conservarlo in frigorifero per 1 giorno al massimo, all'interno di un apposito contenitore ermetico.

Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
74
api url views