13 Luglio 2021 13:00

Zucchine sott’olio: 5 errori da non fare per una conserva perfetta

Avete acquistato delle belle zucchine fresche e volete conservarle sottolio per averle sempre a portata di ricetta? Dal taglio alla cottura passando per una corretta stratificazione: vediamo i cinque errori da non fare per preparare delle zucchine sott'olio perfette e rendere fiere le vostre nonne.

A cura di Rossella Croce
2
Immagine

A metà tra una ricetta della nonna e un metodo furbo ed efficace per avere a disposizione le verdure tutto l'anno, le zucchine sott'olio sono un ottimo contorno, possono trasformarsi facilmente in un goloso antipasto e possono rendere speciali i nostri panini: l'importante però è che siano fatte nel modo giusto e senza errori. Il taglio, la cottura, il condimento giusto: quali sono gli errori da non commettere per preparare delle zucchine sott'olio perfette? In estate troviamo zucchine di tutti i tipi e preparare dei barattoli di conserve può essere davvero semplice: vediamo come farlo e in quali tranelli non cadere.

1. Non controllare la freschezza

Immagine

Primo e fondamentale passaggio: la scelta delle zucchine. Lunghe, gialle, verdi e o tonde, l'importante è che le zucchine siano fresche e ben sode: non abbiate fretta e controllatele con attenzione, eliminate eventuali ammaccature o parti danneggiate quindi lavatele in acqua a temperatura ambiente e bicarbonato. Utilizzare dei prodotti di buona qualità è fondamentale per preparare delle zucchine sott'olio gustose e che possano essere conservate per lungo tempo: il nostro consiglio è di chiedere al vostro fruttivendolo di fiducia, di certo saprà cosa fare.

2. Dimenticare di farle spurgare

Immagine

Una volta pulite, le zucchine dovranno spurgare: in questo modo perderanno l'acqua di vegetazione che potrebbe mettere in pericolo la buona conservazione e, allo stesso tempo, diventeranno più dolci e meno amare. Come farle spurgare? Tagliatele (a rondelle, a cubetti, come preferite) e riponetele in uno scolapasta, ricopritele di sale grosso e copritele con un piatto pesante. Lasciatele "riposare" per due ore prima di risciacquarle per eliminare il sale e asciugarle con attenzione, meglio se con un panno di cotone.

3. Cottura: si o no?

Immagine

Più che un errore, qui parliamo di differenti scuole di pensiero: c'è chi dopo aver asciugato le zucchine le dispone direttamente nei vasetti sterilizzati, a crudo (non preoccupatevi, ne parliamo al punto 5), rigorosamente a strati e ricoperte di olio. Altri optano per una cottura veloce (appena 2 minuti) in acqua bollente e aceto, per poi procedere a scolarle con una schiumarola e lasciarle asciugare completamente su un panno di cotone prima di metterle nei vasetti. Qualunque sia la vostra scelta, è importante che le zucchine siano perfettamente asciutte altrimenti la conservazione potrebbe essere compromessa.

4. Gli strati

Immagine

Il momento è arrivato: non vi resta che iniziare la precisa e perfetta stratificazione delle zucchine sott'olio. Con pazienza e attenzione sistemate le prime zucchine, unite un primo strato di olio (extravergine, rigorosamente olio extravergine di oliva), aglio tagliato a pezzettini, peperoncino e menta e ripetete l'operazione fino a riempire il barattolo, lasciando circa un centimetro di spazio. Per una corretta conservazione è molto importante che le zucchine siano ben pressate e completamente ricoperte di olio: in questo modo impedirete la formazione di muffe e batteri.

5. Non sterilizzare i barattoli

Immagine

Più che un errore, non sterilizzare i barattoli prima di riempirli è un vero e proprio attentato alle vostre zucchine e alla vostra salute. Per farlo in modo corretto potete scegliere tra diverse opzioni:

  • In pentola: procuratevi una pentola dai bordi alti, foderatela con un panno di cotone e sistemate i barattoli senza tappo con l'apertura rivolta verso l'alto disponendo un panno per evitare che urtino tra loro. Riempite la pentola di acqua fredda e fate bollire per 30 minuti, aggiungendo i coperchi dopo 20 minuti. Trascorso il tempo, scolate i barattoli e lasciateli asciugare capovolti, su un canovaccio pulito.
  • Lavastoviglie: sistemate barattoli e coperchi nella parte superiore della lavastoviglie e azionate il programma di lavaggio ad alta temperatura quindi fateli asciugare su un canovaccio pulito di cotone.
  • Forno: mettete i barattoli su una placca ben distanziati e "infornateli" per 5 minuti a una temperatura che può oscillare tra i 100 °C e i 130 °C (non alzatela di più, i barattoli potrebbero rompersi). Dopo 5 minuti, spegnete il forno e lasciate raffreddare i barattoli, aggiungendo anche i coperchi.
2
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
2