ingredienti
  • Pane cafone 800 gr
  • Fior di latte 250 gr • 240 kcal
  • Prosciutto crudo dolce 200 gr
  • Pomodori da insalata 2
  • Insalata tipo iceberg q.b.
  • Basilico fresco q.b.
  • Maionese q.b. • 690 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La zingara ischitana è un crostone di pane ben abbrustolito e riccamente farcito con fior di latte, prosciutto crudo dolce, pomodoro, insalata e maionese. Si tratta di una ricetta semplice e super veloce da realizzare, inventata alla fine degli anni Settanta nell'omonima isola campana (da qui il termine ischitana) e considerata tutt'oggi una vera e propria istituzione locale. Da riprodurre facilmente in casa, è perfetta per essere servita in occasione di una cenetta consumata sul divano davanti a un bel film oppure per un pranzo d'asporto consumato in spiaggia o al parco.

Come preparare la zingara ischitana

affettare il pane cafone

Tagliate il pane con un coltello apposito e ricavate 8 fette spesse circa 2 cm (1).

bruscare il pane

Scaldate una piastra rigata e fate tostare il pane solo su di un lato (2).

spalmare la maionese

Sistemate 4 fette di pane ancora calde su un tagliere e spalmate sopra uno strato di maionese (3).

aggiungere insalata

Distribuite su ogni base qualche foglia croccante di insalata (4).

aggiungere i pomodori

Proseguite con delle fette di pomodoro spesse massimo 1/2 cm (5).

Aggiungete il fior di latte affettato e il prosciutto crudo, quindi ricoprite con le rimanenti fette di pane e scaldatele di nuovo sulla griglia ben calda (6).

tagliare i panini

Utilizzando un coltello seghettato, tagliate ogni panino a metà quando è ancora caldo. Distribuite qualche foglia di basilico spezzettata con le mani (7) e servite.

Consigli

Tagliate a fettine il fior di latte, trasferitele in un colino e fatele scolare per bene. Non sostituite il fior di latte con la mozzarella, anche di bufala, perché, perdendo troppo latte e inzuppando quindi il pane, comprometterebbe il risultato finale.

La ricetta tradizionale della zingara ischitana prevede l'utilizzo del pane cafone: per un risultato ancora più gustoso e rustico, cimentatevi nella sua preparazione casalinga.

Se possibile, evitate di acquistare la maionese al supermercato e preparatela in casa: semplicissima e rapidissima, vi assicurerà una preparazione da veri gourmet.

Curiosità

L'invenzione della zingara ischitana si deve a due giovani imprenditori che, nell'estate del 1977, realizzarono questo goloso crostone e decisero di offrirlo ai clienti del loro pub-paninoteca, situato proprio nella splendida cornice del borgo marinaro di Ischia Ponte. Ben presto le zingare, ovvero i panini farciti e tostati, divennero molto popolari e tutt'oggi sono considerati sono una vera e propria istituzione. Si preparano con il pane cosiddetto cafone, specialità campana di antica tradizione contadina.

Conservazione

Per gustare appieno il suo sapore e la tipica croccantezza, è bene preparare la zingara ischitana e gustarla al momento, calda e appena fatta. In alternativa, potete avvolgerla con la pellicola trasparente e conservarla in frigorifero per massimo 1 giorno.