ristoranti-vegetariani-gourmet

I ristoranti vegetariani sono sempre più in aumento, soprattutto i gourmet. Il trend è tracciato, ci sono addirittura delle sentenze in merito: il mondo è sempre più attento alle diete vegane, vegetariane e crudiste per tutta una serie di fattori. Tra etica, salute, moda, questo tipo di alimentazione riscuote un grande successo. Secondo le ultime stime, infatti, il 7,3% degli italiani si dichiara “veg”, una tendenza in aumento anche se negli ultimi 3 anni si è stabilizzata (aumento di appena lo 0,2% rispetto al 2016). Tra questi, l’1,9% del campione di Euripes, si dichiara vegano, una tendenza che ha raddoppiato la stima rispetto allo scorso; anno ma si segnala una brusca frenata dei vegetariani passati dal 6,2% al 5,4% degli italiani. Come a dire che una cosa, se la dobbiamo fare, la dobbiamo fare bene.

indirizzi-veggie-gourmet

Altra tendenza in aumento sono sicuramente i ristoranti vegetariani e vegani, che propongono una cucina sana e di alto livello dimostrando che con la fantasia ogni piatto può essere definito gourmet. Siamo andati alla ricerca dei migliori ristoranti in Italia che propongono una cucina vegetariana o vegana ed il panorama fuoriuscito dalla ricerca è molto soddisfacente. Ecco quali sono.

1. Joia – Milano

Bisogna partire da qui, obbligatoriamente. L’unico ristorante vegetariano in Europa ad avere una Stella Michelin grazie alla tecnica di Pietro Leemann, detentore della nomination dal lontano ‘96. Una tappa obbligatoria per tutti quelli che abbracciano questa filosofia e per tutti gli appassionati di enogastronomia. Leemann è un filosofo più che un cuoco e coniuga meravigliosamente le proprie idee e la propria visione del mondo, con ciò che vuole dire nei piatti, esattamente come il suo maestro Gualtiero Marchesi.

Via Panfilo Castaldi,18 Milano
02 20 49 244
joia.it

Ristoranti vegetariani gourmet: Joia di Pietro Leemann
in foto: Un piatto del ristorante Joia di Pietro Leemann a Milano

2. Ghea – Milano

Luogo ricercato, elegante, che si propone come ristorante adatto a tutte le ore e per questo mutevole. Ristorante biologico e vegano che cerca di attirare gli onnivori più che i veg, per diffondere con il piacere della tavola la propria filosofia di vita. Nessun ingrediente di origine animale e ricerca del chilometro zero per garantire la freschezza del prodotto al proprio cliente. Il menu si adatta alle stagioni e a ciò che si trova quotidianamente, non viceversa.

Via Valenza 5 Milano
025 81 10 980
ghevegetariano.it

3. L’Arcobaleno – Brescia

Si tratta di un’istituzione al centro di Brescia. Tra i primi indirizzi in Italia di questo tipo, da oltre 30 anni questo ristorante propone piatti vegetariani e vegani. Tradizione italiana con alcuni influssi orientali e un ampio uso di spezie. Cibi biologici e naturali, verdure sempre fresche a km zero e di stagione; questi alimenti, genuini e controllati, consentono alla cucina di variare tutti i giorni il menu.

Via Alessandro Luzzago, 6/b
030 37 51 043
ristorantevegetarianoarcobalenobs.com

4. Soul Kitchen – Torino

Filosofia vegan, lo chef Luca Andrè ha scelto di proporre un menu variegato, con piatti veg e crudisti in continua sperimentazione ed evoluzione. Tanta qualità nelle materie prime e fantasia nei piatti grazie all’alta formazione avuta dal cuoco classe ‘83 in alcuni dei migliori ristoranti stellati della Lombardia. Assolutamente da provare per gustarsi i piatti in forme, colori e consistenze dettati esclusivamente dalla fantasia dello chef.

via Santa Giulia, 10
011 88 47 00
thesoulkitchen.it

Ristoranti vegetariani gourmet: Soul Kitchen a Torino
in foto: "L’aglio e olio" di Soul Kitchen, Torino: spaghetto di Gragnano con aglio nero, peperoncino, prezzemolo, olio extravergine e pane fritto

5. L’orto già salsamentario – Torino

Lo chef Eduardo Ferrante è un uomo solare che ama ciò che fa e crede in ciò che propone. Il ristorante è vegano e crudista, rispecchia in pieno l’animo rock e giocherellone dello chef. I suoi piatti sono giocosi: trovate il Brasato o gli spaghetti ad esempio, ma è tutto un gioco perché il brasato è di soia, gli spaghetti di verdure, solo l’aspetto è quello dei piatti classici.

Via Monferrato, 14A
011 19 94 17 40
lortogiasalsamentario.it

6. Vetro – Bologna

Situato sotto le vetrate delle serre dei Giardini Margherita, questo ristorante pone al centro le materie prime con le verdure selezionate dal loro orto. Il menu è variegato con piatti gourmet studiati alla perfezione. L’impiattamento è pensato per proporre al cliente tanti colori che facciano venir fame a vegetariani e non. Da provare i ravioli di polenta alla dadolata di seitan e il falafel di lenticchie rosse con mayosoia alle erbe e cappuccio fermentato.

Via Castiglione 134, Bologna
370 333 6439
vetro.kilowatt.bo.it

7. Crepapelle – Firenze

Un ristorante vegano e goloso, per combattere gli stereotipi su questo tipo di cucina: frittate, panzerotti, kebab, cocktail, tutto senza derivati di grassi animali. I gestori sono Paola, la manager e barlady del locale; Sara, la chef del ristorante e Pixel, trovatello napoletano adottato dalle due ragazze e mascotte ufficiale del posto. L’atmosfera conviviale e gioviale del locale racconta bene il modo di vivere delle due giovani, figlie degli anni ‘90: l’omelette di cecina chiamata Fantaghirò, la crêpe ripiena chutney di cipolle e arance leggermente piccante, tempeh e lenticchie, con salsetta al tamarindo e arachidi chiamata Spice Girl tra le altre.

Via Giampaolo Orsini 55/A
338 540 1580
crepapelle.org

8. Romeow Cat Bistrot – Roma

Un bistrot raffinato, aperto tutto il giorno che permette al cliente di fare prima colazione, pranzo, merenda e cena. Ottimi i dolci, interessante la cucina tutta naturale e vegana. La particolarità del ristorante la si deduce dal nome: ospita una colonia di gatti, gli animali di Valentina e Maurizio, i proprietari del locale. I felini sono molto mansueti e abituati alla presenza degli esseri umani e per di più ignorano gli “invasori” del loro territorio, salvo un po’ di fusa per avere delle carezze di tanto in tanto.

Via Francesco Negri 15
06 5728 9203
romeowcatbistrot.com

Il Malai Kofta del ristorante vegano Romeow Cat Bistrot
in foto: Il Malai Kofta del ristorante vegano Romeow Cat Bistrot

9. Il Margutta – Roma

Aperto 40 anni fa, è uno dei primi ristoranti italiani veg. La proposta abbraccia ogni momento della giornata, dalla colazione alla cena, è inoltre un’ottima caffetteria e tisaneria con degli splendidi dolci fatti in casa con farine autoctone e grani antichi. A pranzo il locale propone il brunch a buffet con oltre 50 portate, mentre a cena il menu è da veri gourmet. I piatti sono ricercati nelle ricette e nell’estetica per un locale antico nella fondazione, ma molto moderna nella concezione di format.

Via Margutta 118, Roma
06.32650577
ilmargutta.bio

1o. Ops! – Roma

Stessa filosofia, stessa idea di cucina, stessa voglia di stupire di Pietro Leeman per Simone Salvini. Allievo dello chef stellato del Joia, ha aperto a Roma una “filiale” distaccata con la sua “Cucina mediterranea vegana”: menu informale, ma di alto livello. Salvini ha “rubato” un format di Leeman per questo ristorante, quello del buffet a peso. Ci si serve, si va alla cassa e si pesa il cibo. Molto interessanti anche gli incontri e le lezioni sulla filosofia dei due cuochi e sulla cucina vegetariana.

via Bergamo 56
06 841 1769
opsveg.com

11. Rama Beach Cafè – Giugliano in Campania (Napoli)

L’unico ristorante di questa selezione, situato in un lido. Ci troviamo sul litorale di Varcaturo in provincia di Napoli, in una location notissima al grande pubblico per gli aperitivi e le serate. Cucina vegetariana-fusion, ogni piatto del menu ha una componente di verdura ed una di frutta, proponendo la tradizione italiana rivisitata con i sapori dell’Indonesia e viceversa. La spiaggia è perfetta per gli aperitivi, anch’essi rigorosamente vegetariani.

Via Marina di Varcaturo, 8 – Giugliano in Campania (NA)
081 509 1474
ramabeachcafe.com

12. Cavoli Nostri – Napoli

Piatti saporiti e colorati, grande attenzione al servizio e materie prime totalmente biologiche. Disponibile una sezione crudista per questo ristorante a due passi dal mare. Da provare gli scialatielli alle vongole allegre, un piatto di pasta con alghe e pistacchi da sgusciare, che ricordano le vongole e le polpette di legumi al ragù rivisitato. Buoni i dessert, in particolare il tiramisù, ampia la selezione di centrifughe.

Via Palepoli, 32
081 1948 5739
cavolinostriveg.com

13. Suribachy – Catania

Punto di riferimento per la cucina vegana in Sicilia. Piatti ricercati e tutti preparati a mano, senza usare alcun tipo di macchinario di cui la cucina è sprovvista. Non a caso il Suribachy è un mortaio utilizzato nella cucina orientale. Da provare la carbonara di tofu e le polpette di soia al limone. Tanta attenzione al territorio e alla promozione dei prodotti catanesi.

Via Monsignor Ventimiglia, 204
095 537314
suribachy.it