Il microonde, un oggetto che in pochi decenni ha saputo conquistarsi un posto nelle cucine e nelle abitudini di molti di noi. Dopo un periodo di eccessiva demonizzazione, questo utile strumento è stato finalmente riabilitato, sfatando alcuni falsi miti sui suoi effetti. Ma sapete esattamente tutte le cose che si possono fare in cucina con il microonde? Oggi vi sveliamo alcuni usi alternativi del microonde che sicuramente non conoscevate.

1. Ammorbidire (e cuocere) l’aglio

Usare l’aglio nelle vostre ricette non sarà più un problema: il microonde può semplificarvi la vita già a partire dalla sbucciatura, che risulterà facilissima dopo aver passato gli spicchi al forno per una decina di secondi, senza andare incontro a perdite di sapore. Se, invece, volete usarlo nelle vostre insalate, attenuandone però il gusto forte, tagliuzzatelo, mettetelo in un contenitore adatto al microonde, aggiungete 2 cucchiai di acqua, un filo d’olio e un pizzico di sale e fate cuocere il tutto a calore moderato per circa 8 minuti.

2. Smettere di piangere quando tagliate le cipolle

Tra i tanti metodi casalinghi e leggende metropolitane su come non piangere quando si tagliano le cipolle, ve ne sono di scientificamente provati e realmente efficaci. Uno di questi consiste nel passarle al microonde prima di tagliarle: così facendo, infatti, il calore andrà ad agire sullo zolfo, ovvero la sostanza presente nelle cipolle che provoca la lacrimazione.

3. Cuocere a vapore

Ebbene sì, potete cuocere le vostre verdure a vapore anche con il microonde. Non dovrete fare altro che lavarle e metterle in un contenitore adatto all’elettrodomestico, per poi cuocerle senza neanche dover aggiungere acqua. Il tempo di cottura dipende dal tipo di verdura, ma generalmente si aggira sui 5 minuti per carote e broccoli (questi ultimi saranno di un verde brillante una volta pronti), 6 minuti per le zucchine, e appena 1 o 2 minuti per i piselli.

4. Proteggere l’impasto

Focaccia della befana

Chi si cimenta negli impasti conosce le difficoltà del fare il pane in casa, in particolar modo della fase di lievitazione: può infatti capitare di non avere tempo a sufficienza o che, in giornate fredde, il clima non ne permetta la buona riuscita. Potreste allora provare a mettere l’impasto nel microonde impostato alla temperatura più bassa. Dopo 15 minuti circa, sarà pronto per la cottura in forno.

5. Far maturare gli avocado

Se i vostri avocado non sono abbastanza maturi, basterà tagliarli a metà, rimuovere il nocciolo, avvolgerli con della pellicola per microonde e farli cuocere a intervalli di 30 secondi fino a raggiungere il risultato desiderato. La consistenza sarà leggermente diversa rispetto a quella di un avocado maturato naturalmente, ma si tratta comunque di una soluzione valida.

6. Fare la schiuma per il cappuccino

In questo caso, avrete bisogno di un barattolo di vetro e di latte scremato o a bassissimo contenuto di grassi (2%). Versate il latte nel barattolo, chiudete e agitate energicamente finché non diventerà schiumoso, generalmente per un tempo che può andare da 30 secondi a un minuto. Fatto questo, mettete il barattolo nel microonde per 30 secondi, dopodiché rimuovete il coperchio, fate cuocere per altri 30 secondi e la vostra schiuma sarà pronta.

7. Fare la torta in tazza

Se la vostra voglia di torta viene smorzata dall’idea di doverne fare una intera solo per una persona, allora questa è la soluzione che fa per voi. Per preparare una singola porzione di torta in tazza, o mug cake, dotatevi di una tazza capiente e adatta al microonde e versatevi 35 gr circa di farina, 50 gr di zucchero, 2 cucchiai di cacao amaro in polvere, un pizzico di bicarbonato di sodio e un pizzico di sale. Mescolando, aggiungete 3 cucchiai di latte, 2 cucchiai di olio di semi, 1 cucchiaio di acqua e un pizzico di estratto di vaniglia. Per finire, infilate il tutto in microonde per 1 o 2 minuti, finché il centro della torta non risulterà cotto.

8. Rendere croccante la pancetta

In alternativa alla padella, potete usare il microonde per cuocere e rendere croccante la pancetta. Prendete un piatto adatto al microonde e copritelo con dei fogli di carta assorbente, sui quali andrete a disporre uno strato di strisce di pancetta da coprire con altri fogli, così da assorbire il grasso che si scioglierà durante la cottura. A questo punto, mettete il tutto in microonde per 4 minuti o poco più, avendo premura di controllare che la pancetta non si bruci.

9. Essiccare le erbe e la frutta

Se avete un orticello in cui coltivare le erbe aromatiche, probabilmente ne avrete sempre in abbondanza, a volte fin troppe. Per conservarle senza che perdano di sapore e riutilizzarle in un secondo momento, potete essiccarle nel microonde, mettendole tra due strati di carta assorbente e scaldandole alla massima potenza per 2 o 3 minuti. Il microonde può essere utilizzato anche per disidratare piccole quantità di frutta. Non dovrete far altro che tagliare la frutta a fettine sottili da disporre direttamente sul piatto rotante, che dovrà essere adeguatamente asciutto e pulito. A questo punto, impostate il microonde sulla funzione di scongelamento (qualsiasi altra impostazione finirà per bruciare la frutta) e lasciate agire per 30 minuti.

10. Pulire le spugne

Il vostro microonde può essere sfruttato per lavare oggetti d'uso comune come le spugne da cucina: basterà inumidirli e tenerli nel forno impostato alla massima potenza per circa due minuti. Attenzione, però, a non usare questo procedimento con gli oggetti contenenti parti in plastica (come eventuali utensili), che finirebbero per sciogliersi.