10 Settembre 2023 15:00

Gli usi alternativi dell’alluminio in cucina

Dalla pulizia della griglia ai rimedi contro le tarme: ecco tutti gli usi alternativi dell'alluminio che possono esserti utili in cucina.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Redazione Cucina
172
Immagine

Il foglio di alluminio, o carta stagnola come viene impropriamente chiamato da molti,  è uno strumento utilissimo in cucina che, insieme alla pellicola ci permette di conservare i cibi più a lungo e non solo. Gli usi di questo strumento sono in realtà diversi, ma prima di raccontarteli, facciamo un po' di chiarezza sull'aspetto della sicurezza.

L'alluminio è sicuro in cucina?

L'uso del foglio di alluminio come lo conosciamo è abbastanza recente: fino agli inizi del XX secolo venivano utilizzati veri e propri fogli di stagno, poi sostituiti da sottilissimi fogli di alluminio laminato. È dai fogli di stagno che prende infatti il nome improprio di carta stagnola.

Negli ultimi anni si è molto dibattuto se l'uso dell'alluminio in cucina sia pericoloso o meno: dopo una serie di studi e ricerche, l'Istituto Nazionale di Sanità ha confermato che l'assunzione di alluminio può essere dannoso per la nostra salute, potrebbe "migrare" sotto forma di microparticelle all'interno dei cibi che ingeriamo.

Immagine

In realtà l'alluminio è un metallo leggero naturalmente presente nell'aria, che assorbiamo inconsapevolmente: non è tossico in senso assoluto, ma può diventare pericoloso se ingerito in quantità superiori al limite che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha individuato in 6o mg al giorno. Alcune ricerche dell'European Food Safety Authority hanno accertato che mediamente assumiamo circa di 6 mg di alluminio al giorno, quindi una quantità molto sotto la soglia dei 60mg.

Il problema in realtà è usare il foglio di alluminio con temperature elevate, come per esempio, per cuocere in forno, argomento ancora molto dibattuto: la gran parte degli esperti però sconsigliano il contatto diretto fra alluminio e alimenti a temperature elevate. Evita quindi di utilizzare i fogli di alluminio per cuocere gli alimenti: puoi naturalmente usare le vaschette omologate per la cottura in forno, basta leggere l'etichetta per verificarlo.

Immagine

Esclusa la cottura a contatto diretto, puoi usare l'alluminio in cucina, per conservare i cibi, o anche nei modi alternativi riportati qui di seguito: devi però fare attenzione ad alcune "norme" importanti. Per legge, infatti:

  • per una conservazione che non superi le 24 ore, puoi usare l'alluminio a qualunque temperatura;
  • oltre le 24 ore devi riporre gli alimenti in frigo o in freezer;
  • alcuni alimenti come legumi, caffè, cioccolata, spezie e pasta secca possono essere conservati a temperatura ambiente anche per più di 24 ore;
  • non usare l'alluminio con alimenti troppo acidi o troppo salati come capperi, cibi marinati, baccalà, acciughe sotto sale, limoni, arance, aceto;
  • non usare l'alluminio a contatto con cibi caldi per molto tempo, perché le alte temperature facilitano il rilascio di particelle;
  • non riutilizzare i contenitori di alluminio monouso;
  • non mettere i contenitori di alluminio a contatto con il fuoco o le piastre della cucina;
  • non usare mai i contenitori di alluminio nel forno a microonde, a meno che non siano stati prodotti appositamente: anche in questo caso basta controllare l'etichetta.

I diversi usi dell'alluminio in cucina

Fatta chiarezza sull'aspetto della sicurezza, passiamo a quali sono gli usi dell'alluminio in cucina alternati alla conservazione, senza limitarci a quelli di conservazione che conosciamo già bene.

1. In dispensa contro le tarme della farina

Immagine

In estate è comune trovare insetti di vario tipo in dispensa, come tarme, farfalline e così via, soprattutto se ci sono residui di cibo. Se hai trovato le tarme nella tua dispensa, dopo aver pulito tutto accuratamente e rimosso le confezioni contaminate, un rimedio casalingo da applicare è quello di fare delle palline con i fogli di alluminio e metterle nei vari sportelli – ripiani: le tarme odiano l'alluminio per colore e consistenza e ne stanno alla larga.

2. Pulire la griglia

Immagine

Hai preparato un barbecue e non sai come pulire le griglie? Il foglio di alluminio può essere usato per rimuovere i residui di carne, pesce o verdure che sono rimasti attaccati: spremi del limone sulla griglia, poi appallottola un foglio e usalo proprio come una spugna di metallo. Fai attenzione però: se la griglia è ancora calda meglio utilizzare i guanti per evitare di scottarti.

3. Creare forme per torte e biscotti

Immagine

A volte capita di mettersi all'opera in cucina senza aver controllato di avere tutto il necessario: se stai preparando torte, ciambelloni o biscotti e scopri di non avere uno stampo adatto, puoi usare l'alluminio e il cartone: modella il cartone come preferisci – cilindri, coni, forme varie per i biscotti – poi avvolgilo nel foglio di alluminio. Una volta inserito nella teglia, però, metti della carta forno fra il cibo e l'alluminio.

4. Affilare le forbici

Immagine

Puoi affilare le forbici da cucina con l'alluminio in modo semplice e veloce: basta tagliare ripetutamente dei fogli. Stacca un foglio e procedi con tagli verticali finché le lame non ti sembrano affilate al punto giusto.

5. Eliminare la ruggine dagli oggetti di metallo

Immagine

Se hai oggetti di metallo come argento – per esempio posate o una teiera antica – che sono stati colpiti dalla ruggine puoi usare l'alluminio per farli tornare a brillare. Prendi una ciotola e ricoprila con i fogli di alluminio, quindi versa dell'acqua fredda e del sale grosso. Lascia gli oggetti in ammollo per almeno 3-4 minuti, poi risciacquali e asciugali accuratamente.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
172
api url views