ingredienti
  • Uova medie 2 • 600 kcal
  • Olio extra vergine q.b.
  • sale e pepe q.b. • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le uova fritte sono la ricetta di base più semplice che ci sia. O almeno, così si dice. In realtà per preparare uova fritte perfette è importante seguire alcune regole e trucchi importanti. Insomma, se volete sapere come friggere in padella un uovo al tegamino o all'occhio di bue a regola d'arte, siete nel posto giusto.

La prima regola è scegliere sempre uova fresche. Dosate la giusta temperatura dell'olio e mantenete la fiamma dolce per non bruciare l'albume. Per una versione light potete cucinare le uova senza olio, purché utilizziate una padella antiaderente. Insaporite con cipolle, peperoncino piccante o tartufo, oppure provate le uova alla valdostana, fritte con le acciughe, la fontina e il pane.

Le tante versioni delle uova fritte non finiscono qui. Avete mai provato le uova impanate o ripiene di formaggio? In molti conoscono il cosiddetto uovo alla Carlo Cracco, sperimentato dal famoso chef stellato: un tuorlo cremoso avvolto da una panatura croccante. Sperimentate le varianti che preferite e realizzate un goloso piatto gourmet. Ecco tutti i trucchi e i consigli per preparare uova fritte perfette.

Come preparare le uova fritte

Scegliete due uova fresche (1). Fate scaldare poco olio d'oliva in una padella antiaderente a fiamma medio-bassa. Rompete un uovo per volta in una ciotola (2) e non appena l'olio inizia a sfrigolare, fatelo scivolare delicatamente in padella. Fate attenzione a non far fuoriuscire il tuorlo.

Lasciate cuocete a fiamma media per circa minuto, fino a quando l'albume non diventa opaco (3). Abbassate la fiamma, coprite con un coperchio e continuate la cottura a per 3 o 4 minuti se volete mantenere un tuorlo piuttosto liquido. Aspettate un paio di minuti in più se volete una consistenza più solida.

Aggiustate di sale e pepe e aggiungete peperoncino, o scaglie di tartufo a piacimento. Sollevate l'uovo con una spatola o un utensile piatto per evitare di romperlo e servite nel piatto.

Consigli

Fate attenzione a non bruciare l'albume dell'uovo in padella. Potrebbe capitare soprattutto con il burro, visto che la ricetta dell'uovo al tegamino vero e proprio richiede questo ingrediente.

Anche il diametro della padella è importante: per un solo uovo l'ideale è una padella da 20 cm. Se ne utilizzate una più grande, versate un po' più di olio, per evitare che l'uovo si attacchi.

Se volete prepararle le uova fritte senz'olio, un trucco è quello di usare uno spray antiaderente da cucina.

Per capire quando è il momento di aggiungere l'uovo in padella, controllate che l'olio inizi a luccicare o che il burro formi qualche bollicina in superficie. Una volta versato, l'albume deve sfrigolare solo leggermente.

Potete anche girare le uova al tegamino a metà cottura, ma assicuratevi di avere versato più olio del normale, per evitare che il tuorlo si attacchi e fate un movimento veloce e deciso con la spatola.

Varianti

Condite a piacimento le uova fritte, con della salsa di pomodoro ad esempio, come alla ranchera, secondo la ricetta cubana, con il peperoncino piccante. Per la variante alla valdostana, fate dorare una fetta di pane con una noce di burro, aggiungete una fetta di fontina e i filetti di acciuga. Passatela in forno, poi aggiungete l'uovo fritto.

Preparate le uova fitte impanate secondo la ricetta delle uova alla monachina. Un secondo piatto tipico della Campania, ma di origine francese, a base di uova sode farcite con una salsa realizzata con i tuorli sodi lavorati con la besciamella, impanate e fritte in padella.

Conservazione

Consumate le uova fritte appena fatte. Conservatele al massimo fino al giorno successivo, chiuse in un contenitore ermetico in frigorifero.