Temaki: la ricetta del sushi giapponese a forma di cono

Preparazione: 15 Min
Difficoltà: Media
Dosi per: 1 persona
A cura di Redazione Cucina
0
Immagine

Il temaki è la tipologia di sushi più grande e riconoscibile, grazie alla forma a cono e per la ricchezza di ingredienti che escono fuori. Temaki significa letteralmente "sushi a mano" perché, tipicamente, veniva servito nelle mani dei giapponesi.

La preparazione del temaki è più semplice rispetto a quella degli hosomaki o degli uramaki: nella nostra ricetta, realizzata da chef Michele Ghedini per la rubrica Sushi Guru, prepareremo il temaki con tartare di salmone e avocado, che saranno avvolti nell'alga nori, formando un cono. Preparalo per arricchire il tuo piatto di sushi seguendo passo passo la ricetta di Michele Ghedini.

ingredienti
Riso per sushi già cotto
50 gr
Filetto di salmone abbattuto
50 gr
Alga nori
1 foglio
Erba cipollina
q.b.
Salsa di soia
q.b.
Avocado
q.b.

Come preparare il temaki fatto in casa

Prepara il riso per sushi. Una volta cotto, lascialo riposare in pentola con il coperchio per 20 minuti, così il riso assorbirà il vapore 1.

Prepara ora il temaki: taglia il filetto di salmone in pezzi grossolani 2.

Metti il salmone in una ciotola con erba cipollina e salsa di soia 3 e lascia marinare.

Preleva 50 gr di riso e posizionalo su un lato dell'alga nori 4.

Aggiungi la tartare di salmone e qualche fettina di avocado 5.

Porta su l'angolo basso dell'alga nori e arrotola. Sigilla con un po' di riso sul lato 6.

Il temaki è pronto per essere servito 7.

Consigli

Puoi sostituire la tartare di salmone e avocado con il filetto di tonno già abbattuto, polpa di granchio, gamberi in tempura e sostituire l'avocado con il cetriolo e arricchire la preparazione con l'aggiunta di semi di sesamo. Inoltre puoi servire il temaki con salsa di soia o con wasabi.

Conservazione

È importante servire il temaki subito dopo la preparazione, perché  il pesce può deteriorarsi facilmente.

Puoi, invece, preparare il riso per sushi in anticipo: se lo utilizzerai dopo qualche ora, lascialo coperto con un panno umido. Se, invece, vuoi utilizzarlo il giorno dopo, lascialo raffreddare e conservalo in frigo. Tiralo fuori almeno un paio d'ore prima di utilizzarlo, in quanto dovrà essere a temperatura ambiente.

Come si mangia il temaki?

Il tamaki è lungo solitamente 10 cm e si mangia con le mani perché troppo grande da mangiare con le bacchette. Prendilo tra l'indice e il pollice e fai attenzione quando lo mangi, perché la parte inferiore potrebbe aprirsi: per questo ti abbiamo consigliato, nella preparazione, di sigillare il cono con qualche chicco di riso sul lato, prima di chiudere il temaki.

0
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
0