22 Agosto 2022 10:32

Spesa alimentare: Milano città più cara d’Italia, a Napoli si spende molto meno

Milano si conferma la città più costosa dove acquistare prodotti alimentari. Per gli stessi beni a Napoli si spendono circa 40 euro in meno. Dove conviene fare la spesa in Italia?

A cura di Alessandro Creta
724
Immagine

Milano è la città più cara in Italia per la spesa alimentare, mentre a Napoli si spendono circa 40 euro in meno per gli stessi prodotti rispetto al capoluogo lombardo. È quanto emerge da una recente ricerca condotta dal Codacons: oggetto dell'analisi prezzi e tariffe di un paniere di beni e prestazioni nelle principali città italiane, per capire come e quanto cambia uno scontrino medio a seconda della zona di residenza.

Dati confermati anche per il primo semestre dell'anno: i milanesi sono coloro che si ritrovano a spendere di più per acquistare prodotti che spaziano dall'ortofrutta al pesce, passando per carne e pane (circa 116 euro), mentre all'ombra del Vesuvio per gli stessi beni alimentari bastano circa 75 euro. Aosta (scontrino medio 110 euro), Genova e Trieste (107 euro) le altre città più costose che fanno seguito a Milano, mentre Napoli, Pescara, Catanzaro e Palermo si guadagnano la palma di centri più economici per acquistare il cibo.

Immagine

In generale le città del Sud Italia sono quelle più convenienti sul fronte pezzi al dettaglio, sebbene secondo il Codacons la differenza con i centri del Nord sarebbe destinata ad assottigliarsi. Stando ai dati Istat sull'inflazione, infatti, Catania, Palermo e Messina risultano tra le province italiane "… che hanno registrato un maggiore rialzo annuo dei prezzi (rispettivamente +9,9%, +9,8% e +9%) contro una media nazionale del 7,9%".

Dove fare la spesa in Italia

Non invidiabile il record di Milano: la città lombarda fa registrare un +17% rispetto alla media nazionale per l'acquisto di prodotti alimentari. Dall'analisi del Codacons emergono però diverse curiosità. In tutta Italia, per esempio, dove conviene bere un cappuccino? Meglio Roma rispetto, per esempio, a Trento: nella Capitale in media si spendono 1,18 euro, 50 centesimi in meno in confronto al capoluogo trentino.

Immagine

Per le alici, invece, meglio evitare Roma, dove sono vendute a poco meno di 10 euro al chilo. Il petto di pollo più economico lo si trova a Pescara (circa 8,80 euro al chilo). Voglia di salmone? Meglio non trovarsi a Milano, dove questo prodotto risulta tra i più salati di tutta Italia con quasi 30 euro al chilo.

724
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
724