Una serie di eBook per "convincere" i bambini a mangiare più verdure. See&Eat è il progetto congiunto dell’Università di Torino e dell’Università di Reading, in Inghilterra, supportato dalla British Nutrition Foundation, che ha l’obiettivo di incoraggiare i bambini a mangiare più vegetali. In che modo? Attraverso la lettura di eBook interattivi e altre attività educative. Questa iniziativa inter-universitaria parte da studi recenti pubblicati su prestigiose riviste che dimostrano una propensione dei bambini a mangiare più volentieri le verdure conosciute attraverso le immagini.

A finanziare il progetto c’è la grande comunità dell’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia, un organismo diretto proprio dall’Unione Europea, che nell’ultimo anno ha progettato 24 eBook per aiutare genitori ed educatori a far familiarizzare i bambini con una maggiore varietà di verdure. I libri sono stati realizzati inizialmente solo in italiano e inglese, poi visto l’interesse dell’Università di Helsinki, di Varsavia e di altre organizzazioni nazionali, sono stati tradotti in francese, olandese, polacco e finlandese. Tutti gli eBook sono scaricabili gratuitamente dal sito, insieme a numerosi altri strumenti come i calendari per pianificare i pasti, le liste della spesa e le ricette adatte a tutta la famiglia.

Uno studio durato anni, per un risultato concreto nelle generazioni future

Gli studi che hanno portato a See&Eat sono durati diversi anni e hanno coinvolto decine di eminenti scienziati. La professoressa Cerrato, del dipartimento di chimica dell’università di Torino, spiega che "questi eBook possono aiutare i bambini a diventare più ricettivi verso verdure sconosciute o poco gradite. I libri possono essere personalizzati e presentano un certo grado di interattività: il bambino si sente protagonista della storia che legge!".

In questi eBook è possibile inserire foto o video prodotti dai genitori che ritraggono i bambini durante l’acquisto, la preparazione o il consumo di verdure. I bimbi si rivedono per davvero e questo è determinante per la loro educazione alimentare. Gli studi condotti in Inghilterra sottolineano infatti anche l’importanza di una lettura condivisa tra genitori e figli. Bastano solo alcuni minuti per rafforzare il legame tra le generazioni e invogliare i piccoli a mangiare più verdure e cibi più salutari. La professoressa Molina del dipartimento interateneo di scienze, progetto e politiche del territorio di UniTo, spiega che "gli studi nel Regno Unito hanno dimostrato che familiarizzare con immagini di verdure rafforza in bimbi di età prescolare il gradimento delle verdure e la volontà di assaggiarle, facilitando il compito dei genitori. L'accettazione da parte dei bambini di determinati cibi e l'atteggiamento positivo dei genitori durante l'esposizione a tali alimenti sembra predire il gradimento e il consumo di questi anche a distanza di tempo".