ingredienti
  • Salmone gratinato ai pistacchi (30 minuti)
  • Filetti di salmone 900 g
  • Granella di pistacchi 70 g
  • Pangrattato 3 cucchiai • 21 kcal
  • Timo qb • 0 kcal
  • sale e pepe qb • 0 kcal
  • Buccia di arancia qb
  • Olio extravergine di oliva qb • 29 kcal
  • Pomodorini confit (90 minuti)
  • Pomodorini ciliegia 400 g
  • Olio extravergine di oliva qb • 29 kcal
  • Zucchero semolato 30 g • 146 kcal
  • Timo • 0 kcal
  • sale e pepe • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Quella del salmone gratinato ai pistacchi è una ricetta semplice, adatta ad un fantasioso pasto quotidiano e allo stesso tempo perfetta per le occasioni speciali. Si tratta, infatti, di un piatto dal gusto raffinato, ancor di più se accompagnato da un contorno di pomodorini confit delicatamente aromatizzati al timo. La gratinatura del pesce – a base di granella  pistacchi, aromi e pangrattato – protegge il salmone dalla cottura diretta per un risultato interno umido e succoso. Il salmone gratinato ai pistacchi è una ricetta che si prepara in pochi minuti, e che lascia il tempo di dedicarsi ad altro pur garantendo una portata golosa e d'effetto.

Come preparare il salmone gratinato ai pistacchi

Pomodorini confit

Lavate i pomodorini, asciugateli e tagliateli a metà. Quindi posizionateli su una teglia rivestita di carta forno. Salate e pepate, poi distribuite sulla superficie le foglioline di timo, un giro di olio e una generosa spolverata di zucchero (1). Quindi cuocete in forno statico preriscaldato a 160°C per circa 1 ora e 1/2.

Gratinatura del salmone

Raccogliete il pangrattato e la granella di pistacchi in una ciotola. Aggiungete un po' di scorza grattugiata di arancia, una spruzzata di pepe e qualche fogliolina di timo (2). Mescolate e tenete da parte.

Salmone gratinato ai pistacchi

Sciacquate i filetti di salmone sotto l'acqua fresca corrente. Toccateli con i polpastrelli nella parte centrale e rimuovete eventuali lische rimanenti. Infine posizionate i filetti in una teglia rivestita di carta forno con la pelle rivolta verso il basso e salate la superficie (3).

panatura ai pistacchi

Ricoprite i filetti con la panatura avendo cura di compattarla di volta in volta con le mani: in questo modo otterrete una copertura omogenea. Irrorate tutto con un generoso giro di olio (4). Cuocete in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti, sfornate e servite insieme ai pomodorini confit.

Consigli

Prima di procedere con la ricetta, assicuratevi che il vostro salmone sia privo di spine: la sfilettatura fatta in pescheria, infatti, potrebbe averne tralasciato alcune. Per toglierle basta una pinzetta, magari adibita ad un uso esclusivamente alimentare: mettete il filetto sopra una ciotola rovesciata e rimuovete con la pinzetta le spine che sono rimaste sul dorso. Tirate le spine seguendo il loro verso: in questo modo sarete sicuri di non rovinare la consistenza della carne.

Se volete, potete provare a variare la panatura: al posto dei pistacchi potete usare le mandorle, le nocciole o le noci. Infine, se non volete usare la frutta secca, potete usare un pangrattato non troppo fine, condendolo con aglio, olio extravergine e le erbe aromatiche che preferite. Infine, se amate il salmone, potete provare la nostra ricetta del salmone in crosta.

Fate attenzione alla cottura in forno: controllate che la temperatura non superi i 180° per evitaare che il pesce si asciughi troppo. Se avete un forno che tende ad asciugare sarà sufficiente mettere in forno un pentolino con dell'acqua calda, cosa che garantirà all'ambiente la giusta umidità.

Conservazione

Per questa ricetta potete anche usare un filetto di salmone congelato. Una volta scongelato seguendo la naturale catena del freddo (quindi prima in frigo e solo nell'ultima fase a temperatura ambiente) procedete con le operazioni elencate. Una volta cucinato è bene mangiare subito il salmone gratinato ai pistacchi.