ingredienti
  • Brodo vegetale 2 litri • 43 kcal
  • Finocchi 500 gr
  • Riso Vialone Nano 400 gr
  • Cipolla bianca 1 • 661 kcal
  • Burro 100 gr • 380 kcal
  • Parmigiano grattiugiato 100 gr
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
  • Prezzemolo q.b. (facoltativo) • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il risotto ai finocchi o risi coi fenoci è un primo piatto cremoso e nutriente tipico della tradizione veneta, indicato anche per chi segue una dieta vegetariana. Una pietanza dal sapore aromatico, ideale per le giornate fredde, ottimo sia a pranzo che a cena. Nella preparazione del risotto ai finocchi non viene utilizzato il metodo classico, in cui gli ingredienti vengono cucinati a parte e aggiunti al riso a fine cottura. In questo caso, invece, i finocchi vengono aggiunti al soffritto prima del riso, che si insaporirà nel tegame insieme al resto degli ingredienti. Ma ecco i passaggi per prepararlo.

Come preparare il risotto ai finocchi

Preparate il brodo vegetale e tenetelo in caldo. Pulite i finocchi: eliminate il fondo, la parte superiore e le foglie più esterne (1). Lavateli bene e tagliateli a pezzetti (2). Mettete il burro in un tegame, aggiungete la cipolla tritata e fatela soffriggere a fuoco lento (3). Non appena sarà dorata, unite i finocchi e cuoceteli a fuoco lento per circa 5 minuti.

Aggiungete il riso e lasciatelo insaporire per pochi minuti mescolandolo continuamente. Unite un mestolo di brodo vegetale (4). Portate quindi a cottura aggiungendo man mano il brodo, fino a quando il riso non sarà cotto. Al termine della cottura, aggiungete il burro, il parmigiano grattugiato (5) e una spolverata di pepe e prezzemolo tritato. Il vostro risotto ai finocchi è pronto per essere servito (6).

Consigli

Nella nostra ricetta abbiamo utilizzato il risto Vialone Nano, coltivato principalmente in Veneto, ma potete sostituirlo anche con il Carnaroli, adatto alla preparazione dei risotti.

Chi preferisce potrà arricchire il risotto ai finocchi con l'aggiunta di formaggio cremoso, da sostituire al burro nella fase di mantecatura, oppure potete aggiungere pancetta, speck o noci, per donare una nota croccante al piatto.

Se volete realizzare un risotto ai finocchi vegano, vi basterà eliminare il burro e il parmigiano dagli ingredienti.

Conservazione

Potete conservare il risotto ai finocchi in frigorifero per 1-2 giorni all'interno di un contenitore con chiusura ermetica.