19 Novembre 2022 13:00

Probiotici: cosa sono, a cosa servono e dove trovarli

Cosa sono i probiotici, dove possiamo trovarli e perché sono così importanti per la nostra salute: ecco tutto quello che c'è da sapere su questi microrganismi e sui loro effetti benefici.

A cura di Rossella Croce
70
Immagine


I probiotici sono batteri e lieviti "buoni", microrganismi naturalmente presenti nel nostro intestino, fondamentali per garantire la composizione della flora batterica, l'equilibrio del sistema immunitario e la salute dell'intero organismo. I probiotici costituiscono, insieme a funghi e altri batteri, la nostra flora intestinale e proprio all'interno dell'intestino si riproducono, resistendo all'azione dei succhi gastrici. Nel tratto gastrointestinale ma non solo, i batteri probiotici sono presenti anche in alcuni alimenti fermentati e in appositi integratori, da assumere in caso di necessità. Vediamo nel dettaglio cosa sono i probiotici, a cosa servono e dove trovarli.

Probiotici: cosa sono e a cosa servono

Secondo la definizione stilata dalla FAO e dall'OMS i probiotici sono "microrganismi vivi che, somministrati in quantità adeguate, esercitano un effetto benefico sulla salute dell'ospite", l'European Food Safety Agency rimarca: "microrganismi in grado di favorire l'equilibrio della microflora intestinale". Di cosa si tratta quindi? I probiotici sono, semplicemente, dei batteri "buoni" in grado di equilibrare la flora batterica garantendo così la salute del tratto intestinale, e dell'intero organismo. L'etimologia della parola pro- bios (dal greco "a favore della vita") ci aiuta a comprendere l'importanza di questi microrganismi e dei loro effetti benefici, tra cui:

  • Rafforzano la barriera intestinale, contrastando così l'azione di sostanze tossiche e allergeni.
  • Difendono e riequilibrano la flora batterica intestinale.
  • Aumentano la produzione di vitamine e sali minerali, essenziali per il nostro organismo.
  • Sostengono e potenziano le difese immunitarie intestinali e l'intero sistema immunitario.
  • Riequilibrano la flora batterica in particolare in caso di terapia antibiotica.
  • Migliorano dell'attività digestiva e la salute di tutto l'apparato digerente.
Immagine

Dove si trovano i probiotici

Come abbiamo visto, i probiotici sopravvivono e si riproducono spontaneamente nel nostro intestino ma non è solo lì che possiamo trovarli: diverse varietà di probiotici si trovano in alcuni alimenti oltre che negli specifici integratori prodotti a livello industriale. I probiotici più conosciuti sono senza dubbio i fermenti lattici, che troviamo soprattutto nello yogurt mentre altre famiglie e tipologie di probiotici sono presenti in alcuni cibi fermentati come crauti, kefir, the kombucha, miso o tempeh; in misura minore, anche alcuni formaggi e prodotti da forno contengono una discreta quantità di probiotici, soprattutto quelli lavorati con lievito madre.

Immagine

Probiotici e prebiotici: le differenze

Probiotici e prebiotici sono la stessa cosa? La risposta è no, anche se molto spesso vengono associati e "lavorano" insieme. I prebiotici contengono diverse sostanze non digeribili di origine alimentare il cui compito è quello di favorire la crescita e l'azione dei batteri già presenti nel tratto gastrointestinale in particolare dei fermenti lattici Lattobacilli e Bifidobatteri. Gli alimenti più ricchi di prebiotici sono i cereali integrali, i legumi e alcuni ortaggi come carciofi, asparagi, aglio e cipolla. Una dieta varia ed equilibrata che preveda l'assunzione regolare di alimenti ricchi di probiotici e prebiotici è utile per prevenire disequilibri della flora intestinale e conseguenti forme di stipsi, diarrea, costipazione e patologie a carico del sistema digerente.

70
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
70