ingredienti
  • Farina tipo 00 300 gr • 750 kcal
  • Zucchero semolato 80 gr • 470 kcal
  • Burro 150 gr • 317 kcal
  • Tuorli 2 • 63 kcal
  • uovo 1 • 0 kcal
  • Sale 1 pizzico • 79 kcal
  • Limone 1 • 43 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La pasta frolla è uno degli impasti base più importanti della pasticceria. Viene utilizzata per la preparazione di crostate, biscotti e tartellette e ha una consistenza molto friabile, data dalla presenza del burro. È confezionata con pochi e semplici ingredienti, tutti facilmente reperibili in casa, che devono essere ben freddi e lavorati velocemente con la punta delle dita, per evitare che l'impasto possa surriscaldarsi e compromettere il risultato finale. Ne esistono numerose varianti, come quella montata o alla ricotta, ma quella che vi presentiamo oggi è la versione più classica. Scoprite come realizzarla a regola d'arte e senza sbagliare una mossa seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare la pasta frolla

pasta frolla

Setacciate la farina e disponetela a fontana su un piano di lavoro; unite al centro il burro freddo a dadini (1), lo zucchero, la scorza di limone grattugiata e il sale.

pasta frolla

Iniziate a impastare con la punta delle dita, fino a ottenere un composto bricioloso (2).

pasta frolla

Con le briciole ottenute ricreate la fontana, unite al centro le uova (3) e lavorate il tutto molto velocemente.

pasta frolla

Formate una palla (4), avvolgetela con la pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigorifero per almeno un’ora.

pasta frolla

Trascorso il tempo di riposo, stendete la frolla a uno spessore di circa 1 cm (5).

pasta frolla

Arrotolatela attorno al matterello (6) e srotolatela nello stampo.

pasta frolla

Fate aderire perfettamente la frolla, aiutandovi con le mani, ed eliminate i bordi in eccesso (teneteli da parte per realizzare le classiche strisce o eventuali decorazioni). Bucherellate la base con i rebbi di una forchetta (7).

pasta frolla

A piacere, potete stenderla e realizzare con un apposito coppapasta tanti biscottini della forma desiderata (8).

Consigli

Per un risultato impeccabile, è importante che il burro sia di ottima qualità e freddo di frigorifero; l'impasto inoltre va lavorato molto velocemente, per pochi minuti e sempre con le mani ben fredde, per evitare che questo possa surriscaldarsi. Nel caso in cui la frolla non riesca a compattarsi, aggiungete 2 cucchiai di acqua fredda; se siete intolleranti al burro, provate la versione all'olio.

Una volta formato il panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno un'ora (meglio ancora per 10-12 ore): il glutine si rilasserà e il burro avrà il tempo di raffreddarsi.

Con questa ricetta otterrete una frolla croccante e friabile; al contrario, se desiderate una crostata più morbida, aggiungete un pizzico di lievito in polvere; a piacere, potete aromatizzare l'impasto con della vaniglia in polvere o un pizzico di cannella. Al posto della scorza di limone, potete utilizzare quella di arancia, assicurandovi sempre che gli agrumi siano biologici e non trattati chimicamente. Per una versione cioccolatosa, potete sostituire 20 gr di farina con la stessa quantità di cacao amaro in polvere.

Lo zucchero a velo conferirà alla frolla una consistenza fine e delicata; quello semolato, invece, un effetto più alveolato.

La pasta frolla può essere cotta a secco, per realizzare dei semplici biscottini, oppure alla cieca: in quest'ultimo caso infornatela in forno statico a 170-180 °C per 15 minuti; togliete i legumi e il foglio di carta forno e proseguite la cottura per altri 10 minuti. Sfornate e fate raffreddare prima di procedere con la farcitura. Nella cottura con il ripieno, invece, cuocete sempre in forno statico a 170 °C per 30 minuti.

Conservazione

La pasta frolla può essere conservata in frigorifero, ben avvolta nella pellicola trasparente, per 3-4 giorni. In alternativa, potete congelarla per circa 1 mese.