Pasta al forno perfetta: gli errori più comuni e come evitarli

È un grande classico della cucina italiana e, non a caso, tutto il mondo ce la invidia, tentando di imitarla: parliamo di pasta al forno, una golosità che si realizza con gli ingredienti più disparati e che ci viene in soccorso in varie situazioni, dai pranzi della domenica alle per gite fuori porta. Malgrado conosciamo bene la ricetta, però, a volte sbagliamo qualcosa: magari un dettaglio che però può inficiarne il risultato. Oggi vi raccontiamo quali sono gli errori più comuni nel preparare la pasta al forno e come fare ad evitarli.

1. Essere avari con sugo e condimenti

Pasta al forno vuol dire abbondanza: viene da sé che il condimento, compreso di eventuale besciamella, deve sempre essere preparato nelle giuste quantità. Non è un invito allo spreco ma, preparare poco condimento può voler dire sfornare una pasta al forno secca e poco invitante.

2. Pezzi troppo grossi

Anche la dimensione degli ingredienti che metterete dentro la pasta al forno conta: che si tratti di ragù, di un sugo a base di carne, di verdure o di pesce, il tutto va ridotto in pezzi piccoli e possibilmente regolari. Solo in questo modo avrete un risultato armonico e una cottura omogenea.

3. La teglia sbagliata

Forse penserete che la scelta della teglia non sia importante: niente di più sbagliato. Se la teglia è troppo grande, infatti, la vostra pasta navigherà nel condimento, senza permettere che questo si addensi. Allo stesso modo, se la teglia è troppo sottile, la pasta al forno potrebbe bruciarsi (soprattutto gli angoli) o, peggio, attaccarsi al fondo.

4. Pasta di scarsa qualità eccessivamente cotta

Dal momento che va tutto in teglia qualcuno potrebbe pensare che sia sufficiente scegliere una pasta qualunque. Naturalmente anche questo è sbagliato: la qualità della pasta è fondamentale per una pasta al forno degna di questo nome. Anche cuocerla troppo non va bene: dato che la cottura proseguirà in forno, è bene lasciare la pasta un po' più al dente del normale.

5. Condimenti troppo liquidi

maccheroni pasticciati

Che optiate per un ragù, per un sugo di pesce o per una bella spadellata di verdure da abbinare a una besciamella golosa e/o a un formaggio filante, la cosa importante è non lasciare i condimenti troppo liquidi. Se lo faceste il risultato sarebbe una pasta al forno praticamente "bollita", che naviga nel suo condimento.

6.  Non ungere bene la teglia

Per evitare che il primo strato di pasta si attacchi al fondo della teglia ricordatevi di ungere bene il fondo, anche se si tratta di una teglia antiaderente. L'ingrediente per farlo di solito è il burro, dato che in una buona parte dei casi nella ricetta è presente anche la besciamella. Ad ogni modo, ricordatevi di questo passaggio fondamentale e, ove possibile, mettere sul fondo anche un leggerissimo strato di sugo.

7. Non gratinarla a sufficienza

lasagne salmone gratinare

Per un risultato perfetto, non sottovalutare il potere di una buona gratinatura. Per farlo avete l'imbarazzo della scelta: potete usare il parmigiano (o un altro formaggio stagionato) grattugiato, il pangrattato o un mix dei due. Attenzione al grill del forno, che a volte può essere troppo violento: non perdete d'occhio la vostra pasta al forno in questa delicata fase.

8. Tagliare subito la pasta al forno

Un altro errore comune, molto sottovalutato da chi non è cuoco di professione: la pasta al forno deve riposare almeno 10 minuti, se possibile 15. Per due motivi ben precisi, primo dei quali permettere agli ingredienti di amalgamarsi ulteriormente. Secondo, ma non per importanza, è evitare che le varie parti si sfaldino durante il taglio.