A chi non piacciono le uova? Golose, nutrienti e confortanti: un vero e proprio salva cena, in tutti quei momenti in cui abbiamo un grande appetito ma poco tempo a disposizione. Ricche di benefici, le uova si possono cucinare in tantissimi modi diversi: ma ci sono alcuni errori comuni a tutte le cotture che non si devono commettere se vogliamo un risultato finale appagante. Ecco dunque quali sono gli errori più comuni quando si cuociono le uova e come evitarli.

1. Usare la padella sbagliata

Il primo e più comune errore quando si cucinano le uova è quello di sottovalutare l'importanza della padella. Se le uova si sono attaccate al fondo della padella, infatti, probabilmente state utilizzando la padella sbagliata: che si stiano preparando delle uova strapazzate o un uovo all’occhio di bue, una padella antiaderente è sempre la scelta migliore. Le uova non si attaccheranno al fondo e anche pulire la padella sarà più facile.

2. Cuocerle a fiamma troppo alta

Quando si cuociono le uova o si preparano le uova strapazzate, queste possono facilmente venire gommose. Questo accade perché le proteine ​​all'interno delle uova si snaturano, facendo seccare l'uovo che diventa gommoso e più duro. Per evitare questo effetto, non cuocete le uova a fuoco alto. Riscaldate prima la padella a una temperatura media e abbassate la fiamma solo dopo aver aggiunto le uova.

3. Non utilizzare il grasso

Magari utilizzando una padella antiaderente si potrebbe pensare di non aver bisogno di grassi. Tuttavia, anche se la padella è antiaderente, bisogna comunque aggiungere un po’ di burro, olio d'oliva o olio di semi, senza esagerare naturalmente. Ciò consentirà alle uova di cuocere in modo più uniforme e impedirà anche che diventino gommose. Ricordate sempre di riscaldare la padella prima di aggiungere il grasso.

4. Non rompere le uova nel modo corretto

montare le uova

Ci credereste che esiste anche un modo giusto e uno sbagliato per rompere un uovo? La maggior parte di noi si limita a rompere l'uovo sul bordo della ciotola, ma questo non è necessariamente il modo migliore per rompere un uovo. In questo modo infatti potrebbero cadere dei piccoli pezzi di guscio d'uovo nella ciotola, e sarete costretti a tirarli fuori con grande fatica. Perciò, meglio picchiettare l'uovo su una superficie piana prima di aprirlo in una ciotola.

5. Non mescolarle prima

Magari si pensa che non esiste piatto più semplice da preparare delle uova strapazzate, ma non è così. Se le uova si mescolano solo dopo averle messe in padella, inizieranno a cuocere prima di essere mescolate completamente, quindi ci si potrà ritrovare con grumi di tuorlo e grumi di bianco. Quindi meglio mescolare le uova in una ciotola prima di versarle in padella.

6. Metterle in pentola quando l'acqua bolle

Le uova sode vi si rompono sempre? Probabilmente non le state bollendo nel modo giusto. Nella gran parte dei casi siamo abituati a portare l'acqua a ebollizione e aggiungere il cibo: con le uova questo non funziona, piuttosto finirà per incrinarle. Molto meglio mettere le uova in acqua fredda e portare gradualmente l'acqua a ebollizione.

7. Bollire le uova nel modo sbagliato

Come per le uova strapazzate, per preparare un buon uovo in camicia non bisogna versarlo direttamente nell’acqua. Così facendo l’uovo cuocerà in modo non uniforme e probabilmente finirà per assumere una forma strana. Meglio rompere l'uovo in una piccola ciotola o recipiente, e immergerlo quindi delicatamente nell'acqua. In questo modo l’uovo cuocerà in modo più uniforme e avrà anche un aspetto migliore.

8. Sbucciare le uova sode calde

Se andate di fretta, allora potreste essere tentati di sbucciare immediatamente le uova sode appena fatte. Ma questo renderà solo più difficile la procedura e si finirà solo per metterci più tempo, se non le si lascia prima raffreddare. Meglio mettere le uova sode sotto l'acqua fredda e raffreddarle adeguatamente prima di sbucciarle.