ricetta

Pane di Pasqua: la ricetta della ciambella soffice e profumata

Preparazione: 180 Min
Cottura: 30 Min
Difficoltà: Media
Dosi per: 6 persone
88
Immagine

Il pane di Pasqua è un lievitato soffice e profumatissimo, tipico della tradizione pasquale. È tipico della Basilicata, dove è chiamato anche tortano e viene preparato al posto del tortano campano e del casatiello. È semplice da realizzare, aromatizzato con semi di finocchietto selvatico e arricchito con uova e strutto. Confezionato a forma di treccia, è poi cotto in uno stampo a ciambella finché la superficie non sarà dorata e croccante: il risultato finale è un pane ricco e gustoso, ideale da servire con salumi e formaggi in occasione della colazione di festa o come stuzzichino da gustare durante il picnic del lunedì dell'Angelo. Per ottenere un pane di Pasqua morbido e soffice, il segreto è rispettare i tempi di lievitazione suggeriti in ricetta.

ingredienti
Farina 0
250 gr
Farina 00
150 gr
Semola di grano duro rimacinata
100 gr
Acqua
200 gr
Uova
2
Sale
6 gr
Semi di finocchio selvatico
q.b.
Lievito di birra secco
1 cucchiaio
Latte
q.b.
tuorlo
1
Strutto
80 gr

Nel caso in cui vogliate utilizzare il lievito di birra fresco, ve ne occorreranno 15 gr da sciogliere nell'acqua tiepida e incorporare alle polveri.

Se non amate i semi di finocchio, potete sostituirli con quelli di anice oppure con un mix di semini misti croccanti: semi, sesamo, papavero…

Come preparare il pane di Pasqua

Riunite tutte le farine nella ciotola di una planetaria 1.

Versate il lievito secco 2.

Sbattete le uova con 160 gr di acqua; versate i liquidi sulle polveri 3 e iniziate a impastare il tutto con il gancio a spirale. Appena la farina avrà assorbito i liquidi, aggiungete l'acqua restante a filo.

Unite lo strutto, i semi di finocchietto 4 e il sale. Azionate nuovamente la planetaria e proseguite a lavorare il tutto, finché l'impasto non si staccherà dai bordi della ciotola. Trasferitelo su un piano di lavoro e date ancora qualche piega, quindi coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio del volume iniziale.

Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete il panetto e fate un’incisione solo su di un lato aiutandovi con un tarocco 5.

Allungate l'impasto, ripiegatelo a metà 6 e poi avvolgetelo su se stesso fino a ottenere una treccia. Sigillate per bene l'estremità.

Trasferite l'impasto in uno stampo a ciambella e spennellate la superficie con il tuorlo, sbattuto con un goccio di latte 7. Coprite e lasciate lievitare per un’altra ora. A piacere potete decorare la superficie con uova precedentemente rassodate in acqua.

Trascorso il tempo di lievitazione, infornate il pane a 200 °C per 10 minuti, quindi abbassate a 180 °C e proseguite la cottura per altri 20 minuti. Quando la superficie sarà croccante e dorata, sfornate il pane e lasciate intiepidire. Sformate, tagliate a fette e servite 8.

Consigli

A piacere, potete realizzare una treccia di impasto e sistemarla in uno stampo da plumcake, ma anche delle deliziose versioni monoporzione: vi basterà dividere l’impasto in tante piccole palline, quindi procedere alla seconda lievitazione.

Conservazione

Il pane di Pasqua si conserva perfettamente a temperatura ambiente, ben coperto con un telo da cucina, per circa 2 giorni.

88
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
88