ingredienti
  • Rum scuro 2 parti
  • Succo d’ananas 4 parti
  • succo d’arancia 1 parte • 750 kcal
  • Crema di cocco 1 parte
  • Noce moscata q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il Painkiller è un cocktail alcolico Tiki estivo ed esotico. I colori e il gusto portano con la mente in un viaggio verso la Polinesia, su spiagge tropicali con un'acqua cristallina. La base di rum scuro è esaltata da un mix di crema di cocco, succo di arancia e succo di ananas. Una miscela molto simile a quella della Piña Colada, in cui i contrasti si incontrano alla perfezione.

Il Painkiller si avvicina molto anche ad un altro cocktail Tiki, lo Zombie Cocktail, dall'aroma fruttato combinato ad una potente miscela di rum, bianco e overproof. Caldo e vellutato il Painkiller è decisamente rinfrescante, viene servito in un bicchiere tumbler colmo di ghiaccio fino all'orlo, spesso con una fettina di ananas sul bordo.

Il tocco finale è dato da una generosa spolverata di noce moscata in superficie, che lo rende un drink interessante e decisamente più particolare della classica Piña Colada. In quanto al rum, quello di origine è il Navy Strenght ad alta gradazione, una miscela di rum provenienti da diverse isole caraibiche. Passiamo subito alla ricetta, scopriamo come preparare il Painkiller.

Come preparare il Painkiller

Estraete il succo d'ananas e filtratelo con un colino, per eliminare eventuali residui di polpa (1). Spremete del succo di arancia fresco e, anche in questo caso, filtratelo con un colino a maglie strette.

In uno shaker unite il succo d'ananas, il succo d'arancia e la crema di cocco. Agitate per qualche istante. Riempite un bicchiere tumbler con dei cubetti di ghiaccio quasi fino all'orlo. Versate il mix di succhi, poi il rum.

Mescolate con un cucchiaio da cocktail e aggiungete una generosa spolverata di noce moscata. Decorate un bicchiere con una fettina d'ananas e servite.

Origini

Secondo quanto si narra, questo delizioso cocktail tropicale è stato preparato per la prima volta negli anni '70, sulle Isole Vergini britanniche. Il locale era il Soggy Dollar Bar, collocato su un atollo raggiungibile solo a nuoto. Per gustare uno dei rinomati Tiki, i clienti dovevano quindi attraversare a nuoto un tratto di oceano.

A lungo la ricetta rimase ben custodita in segreto, ma tutti sulle Isole Vergini ne diventarono grandi consumatori. In quanto al rum, il British Navy Rum, era quello consumato per secoli dalla marina britannica. L'allora ex ufficiale di marina Charles Tobias venne a conoscenza del bartender del Soggy Dollar e cercò di farsi rivelare i segreti del misterioso cocktail. Tobias ne ricreò una versione molto simile, secondo i clienti del bar leggermente meno dolce del mix originale.