ingredienti
  • Ostriche 24
  • Prezzemolo q.b. • 21 kcal
  • Per la pastella
  • Farina 00 2 cucchiai • 750 kcal
  • Tuorli 2 • 0 kcal
  • Albumi 1 • 43 kcal
  • Panna liquida 1/2 bicchiere
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Per friggere
  • Olio di semi q.b. • 690 kcal kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le ostriche fritte sono un antipasto originale e prelibato, realizzato con uno dei molluschi più apprezzati e raffinati, ideale per arricchire la tavola delle feste o da preparare per un pranzo speciale in famiglia o con gli amici. Le ostriche fritte sono una preparazione molto diffusa in Giappone, dove però i molluschi vengono insaporiti in una riduzione di sakè, zucchero e salsa di soia e cotte nel burro. Nella nostra ricetta, invece, abbiamo passato le ostriche in una pastella a base di farina, tuorli, panna liquida, albume, sale e pepe, prima di friggerle in olio ben caldo. Per una presentazione più scenografica, potete servire le ostriche fritte nel loro guscio.

Per realizzare le ostriche fritte potete utilizzare la tipologia di pastella che preferite, così da realizzare delle ostriche impanate in tempura, ad esempio, o come più vi piace, in base al risultato finale che volete ottenere. Provate anche le cozze fritte, un secondo piatto tipico della tradizione pugliese.

Come preparare le ostriche fritte

Mettete la farina setacciata in una ciotola (1), aggiungere i tuorli e mescolare. Unite sale, pepe e la panna liquida poco alla volta e mescolate di continuo fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Aggiungete l'albume montato a neve e incorporatelo al resto degli ingredienti (2). Aprite le ostriche con l'apposito coltellino (3) e staccate i molluschi dalle conchiglie: raccogliete il liquido in un tegame.

Adagiate le ostriche nella pentola e portate a bollore (4). Spegnete il fuoco e lasciatele raffreddare nel liquido di cottura. Scolatele, asciugatele e passatele nella pastella. Friggetene poche alla volta in una padella con olio di semi ben caldo. Cuocetele fino a quando non saranno dorate (5). Sollevatele con la schiumarola e adagiatele su un piatto rivestito con carta da cucina. Servitele in su un piatto da portata, magari all'interno dei gusci, e spolverizzatele con il prezzemolo tritato (6).

Conservazione

È consigliabile consumare le ostriche fritte subito dopo la preparazione. Potete però preparare la pastella in anticipo e conservarla in frigorifero coperta con pellicola trasparente.

Consigli

Potete servire le ostriche fritte con fettine di limone o accompagnate con una maionese leggera e veloce.