insalatiera

L'insalatiera è un utensile da cucina che serve per contenere l'insalata, condirla in modo pratico e servirla in tavola con un tocco di originalità. Perché acquistarne una? Perché, oltre ad essere un oggetto comodo, grazie all'evoluzione che il suo design ha subito negli anni, arricchisce anche la mise en place, soprattutto in occasione di un pranzo dietetico, rendendolo più piacevole. Inoltre l'insalatiera, che può essere di diverse dimensioni, è indubbiamente un utensile multifunzionale: può essere usata come risottiera, per portare a tavola la pasta calda o come recipiente per conservare il cibo in frigorifero.

In commercio sono disponibili diversi modelli che si differenziano per la forma, le dimensioni e il design: dalle classiche insalatiere rotonde in ceramica, perfette per le cene formali, alle moderne ciotole quadrate in plastica, tutte colorate, ideali per le grigliate con gli amici, fino a quelle eleganti in porcellana, di forma ovale, da utilizzare per le cene importanti in famiglia.

Scopriamo insieme quali le migliori insalatiere disponibili attualmente su Amazon realizzate da brand noti del settore, come Bormioli, Guzzini, Tognana, Pyrex e Alessi.

Classifica delle migliori insalatiere 2021

Di seguito troverete la classifica delle migliori insalatiere di quest'anno attualmente disponibili in commercio, selezionate in base alla forma, ai materiali e alla marca. Per la scelta dei prodotti inseriti abbiamo tenuto in considerazione anche le opinioni espresse dagli utenti che ne hanno già acquistata una online, su Amazon.

1. Villeroy & Boch

insalatiere

Villeroy & Bock propone le insalatiere Vapiano realizzate in porcellana premium con una forma ovale. Le due ciotole sono perfette sia per l'utilizzo in ambito domestico che professionale, infatti, sono molto diffuse anche nella ristorazione. Le dimensioni e la profondità delle ciotole, le rendono adatte sia per condire e servire squisite insalate che per portare in tavola la pasta. La forma ergonomica consente di maneggiarle facilmente e di impilarle, in modo da sistemarle senza ingombro. Le stoviglie Villeroy & Boch possono essere utilizzate per scaldare cibi al microonde e possono essere lavate in lavastoviglie.

Pro: le due insalatiere hanno una forma ovale, molto sinuosa ed elegante. Sono perfette per essere utilizzate sia in casa che per la ristorazione.

Contro: la forma un po' allungata potrebbe rendere difficile la loro sistemazione nei mobili, ma sono perfettamente impilabili.

2. Ikea

insalatiera Ikea

La ciotola ‘blanda Blank‘ di Ikea è realizzata in acciaio inossidabile, un materiale durevole e resistente. Questa stoviglia ha una forma circolare con un diametro di 36 cm ed una profondità di 17 cm. I materiali e la forma la rendono adatta all'utilizzo domestico per la preparazione dei pasti per famiglie numerose. L'acciaio inossidabile può essere lavato in lavastoviglie e, anche dopo ripetuti lavaggi, mantiene inalterata la sua forma ed il suo colore.

Pro: la resistenza dell'acciaio e la capienza della ciotola, la rendono la stoviglia perfetta per un uso intensivo anche per famiglie numerose.

Contro: è una ciotola molto semplice e, rispetto ad altri modelli non ha un design particolare. Nonostante questo, è molto apprezzata per la sua fattura.

3. Guzzini

insalatiera guzzini

Guzzini è un marchio riconosciuto nell'ambito degli articoli per la tavola e la casa. La sua insalatiera Glam è realizzata in plastica dura ed è a forma quadrata con gli angoli arrotondati. Oltre che come insalatiera, questa stoviglia può essere usata anche per condire la pasta prima di servirla a tavola. I materiali utilizzati sono di ottima qualità e sicuri per la salute, in quanto anche a contatto con fonti di calore non subiscono alterazioni. La ciotola può essere lavata in lavastoviglie. È possibile scegliere tra sei differenti colorazioni: rosso, verde, arancione, rosa, sabbia e grigio.

Pro: l'insalatiera Glam è disponibile in tantissimi colori così da adattarsi a tutti i tipi di cucina e soddisfare tutti i gusti.

Contro: gli utenti sono molto soddisfatti dell'acquisto e non hanno espresso opinioni negative.

4. I.P.P.A

insalatiere

Per chi cerca una soluzione economica ma funzionale, suggeriamo le insalatiere Trento, prodotte in plastica alimentare. Il set Trento è composto da ciotole con differente diametro (20 – 22 – 24 – 26 cm) adatte per diversi utilizzi: condire insalate, conservare impasti in frigo o servire la pasta a tavola. Queste stoviglie sono molto resistenti e possono essere lavate in lavastoviglie.

Pro: è un set completo, composto da ben 4 insalatiere di dimensioni differenti per consentire diverse preparazioni.

Contro: il design è abbastanza basico, ma queste insalatiere svolgono alla perfezione il loro compito e sono perfette per un utilizzo quotidiano.

5. Tognana

insalatiera tognana

L'insalatiera Trento prodotta da Tognana è realizzata in ceramica ed ha uno stile classico ed elegante con superficie lievemente livellata. È una stoviglia che può essere utilizzata in qualsiasi occasione e si presta benissimo anche alle cene più importanti. Ha una forma circolare, con un diametro di 27 cm e l'altezza di 10 cm, adatta per preparare le insalate e ricche macedonie d'estate.

Pro: è un'insalatiera molto elegante e raffinata, perfetta da portare a tavola anche durante le cene importanti.

Contro: la porcellana è un materiale molto delicato, da maneggiare con accortezza, anche se questo modello è particolarmente robusto.

6. Alessi

insalatiera ceramica

Alessi propone questa insalatiera All-Time realizzata in Bone China, disegnata dal designer Guido Venturini. La ciotola ha una forma circolare, il cui diametro è di 20 cm e la capienza è di 160 cl. Grazie alle sue dimensioni generose, può essere usata anche come risottiera. L'obiettivo di Venturini è progettare delle stoviglie che riflettano la luce in maniera naturale ed armoniosa. Per le ceramiche Bone Chine, suggeriamo il lavaggio a mano con acqua corrente, in modo da non rischiare di danneggiare la superficie dell'insalatiera.

Pro: è una stoviglia realizzata dal designer Venturini e fa parte del servizio di stoviglie e piatti All-Time, acquistabile online comodamente.

Contro: la ciotola è delicata e non può essere inserita in lavastoviglie, ma l'ottima qualità dei materiali la rende molto facile da pulire a mano.

7. Hoteck

ciotola in ceramica

Per chi cerca una ciotola particolare, suggeriamo l'insalatiera Hoteck realizzata in ceramica smaltata in blu con dettagli in bronzo. La superficie è antiscivolo e antiscottatura, quindi, risulta molto maneggevole. Inoltre, può essere lavata in lavastoviglie e usata per riscaldare gli alimenti nel forno. Le sue dimensioni (21 x 21 x 8 cm) la rendono un'insalatiera multifunzionale, adatta a diversi utilizzi: servire la frutta o la pasta a tavola e condire comodamente l'insalata.

Pro: è tra le insalatiere più belle in commercio, la superficie smaltata in ceramica la rende perfetta per portare le pietanze direttamente a tavola.

Contro: alcuni utenti avrebbero preferito che la ciotola fosse un po' più grande, ma comunque le sue dimensioni rientrano in quelle standard.

8. Pyrex

insalatiere vetro

Il vetro Pyrex è utilizzato per diversi utensili e stoviglie ed è sinonimo di qualità. L'insalatiera Pyrex è realizzata in vetro borosilicato, privo di BPA, totalmente trasparente. Si tratta di un materiale molto resistente ai graffi e alle temperature estreme, infatti, può essere utilizzato come recipiente sia nel forno che nel freezer. La ciotola misura 8.4 x 7.5 x 8.8 cm ed ha una forma circolare, queste caratteristiche consentono di impilarla in altre ciotole e conservarla senza troppo ingombro.

Pro: il vetro è un materiale igienico e sicuro dove riporre gli alimenti. Consente di conservare gli alimenti in frigorifero senza il rischio che subiscano alterazioni.

Contro: Pyrex produce altre insalatiere di diverse dimensioni, ma è necessario acquistarle separatamente perché non sono incluse nel prezzo.

9. Rocco Bormioli

insalatiera vetro

Bormioli propone questo set di quattro insalatiere, realizzate in vetro temperato, di ottima fattura e molto resistenti. Le ciotole hanno diametri differenti e possono essere impilate. Le ciotole possono essere usate per diverse preparazioni, come condire le insalate, servire la pasta, mantecare i risotti e conservare gli impasti. Grazie al vetro utilizzato per la loro produzione possono essere lavate in lavastoviglie senza opacizzarsi. Partendo dalla più grande, le insalatiere hanno la seguente capacità, espressa in litri: 4 litri, 1,8 litri, 1 litro e 435 ml. A chi acquista i suoi articoli, l'azienda offre ben due anni di garanzia.

Pro: Bormioli è un marchio affidabile ed apprezzato dagli utenti. Inoltre, l'azienda offre ben 2 anni di garanzia sui prodotti acquistati per far fronte a qualsiasi malcontento.

Contro: il prezzo di questo set è più elevato, ma è giustificato dalla qualità e dalla quantità di pezzi.

10. Pandoo

ciotole in noce di cocco

Per chi cerca un prodotto naturale al 100%, che non contenga tracce di plastica, suggeriamo le ciotole Pandoo. Queste due piccole insalatiere sono realizzate con noce di cocco e lucidate a mano con l'olio di cocco. Si tratta di un kit completo che comprende anche due comodi cucchiai. Il diametro delle due ciotole è di 12 cm e 15 cm ed hanno una capienza di circa 350-450 ml. Il set deve essere lavato a mano e non può essere usato per riscaldare cibo in forno o nel microonde.

Pro: sono ciotole naturali e vegane, non contengono tracce di plastica o di materiali inquinanti e nocivi per la salute e per l'ambiente.

Contro: le dimensioni sono piuttosto ridotte, ma sono un'ottima idea per preparare e servire delle monoporzioni.

Come scegliere la migliore insalatiera

L'insalatiera è una stoviglia molto diffusa nelle case e sceglierne una non è molto difficile. Infatti, il mercato offre molti prodotti diversi in modo da soddisfare tutte le esigenze, sia per quanto riguarda l'uso che se ne vuole fare che lo stile che si preferisce. Vediamo insieme come scegliere la migliore insalatiera in base alle nostre esigenze.

Materiali

I materiali più utilizzati per realizzare le insalatiere sono la plastica, la porcellana, la ceramica e il vetro. Ovviamente, ognuno ha dei vantaggi e degli svantaggi. La plastica è un materiale molto comodo perché è tra i più leggeri e può essere trasportato senza problemi. Inoltre, è un'ottima soluzione per condire le insalata e per servire i cibi freddi, mentre è meno indicata per la pasta calda. Infatti, le componenti presenti nella plastica potrebbero essere alterate dal calore degli alimenti ed essere assorbiti dal cibo stesso. Al contrario, il vetro è tra i materiali più igienici perché non assorbe gli odori, non si macchia e può essere sempre lavato in lavastoviglie ed essere igienizzato. La porcellana e la ceramica, invece, sono più delicate e fragili e, pertanto, sono meno indicate per un utilizzo intensivo e costante. Però, la loro fattura le rende perfette per portare a tavola la pasta e servirla calda. In genere, per queste stoviglie si consiglia il lavaggio a mano con acqua corrente per evitare di scheggiarle e rovinarle. Comunque, in genere, la buona qualità dei materiali utilizzati consente di pulirle molto facilmente.

Recentemente, molte aziende hanno realizzato insalatiere con materiali naturali al 100%, privi di BPA, sostanze nocive e inquinanti. Queste ciotole sono molto apprezzate, soprattutto, dalle persone più sensibili alle tematiche ambientali. In genere, sono in bambù o noce di cocco, sono molto resistenti e possono essere usate anche per tanti anni.

Usi

In base al tipo di materiale scelto e alla forma dell'insalatiera, è possibile sfruttarla per diversi utilizzi e preparazioni. La destinazione d'suo di un'insalatiera è, per l'appunto, preparare e condire l'insalata da portare a tavola. Ma non è tutto. Le insalatiere più grandi e resistenti possono essere utilizzate anche per servire a tavola la pasta calda, come le tagliatelle oppure i risotti. Alcune sono utilizzate anche come recipienti dove impastare gli ingredienti per la realizzazione di impasti, sia dolci che salati. Infine, possono diventare dei comodi contenitori dove conservare gli alimenti per alcuni giorni perché, alcuni materiali come la plastica, resistono anche a temperature molto rigide.

Design

Il mercato offre un'ampia scelta di insalatiere che differiscono per fantasie, stile e colorazione. I modelli più classici sono quelli in porcellana e ceramica, finemente lavorati e adatti a chi ama lo stile bohémien. Al contrario, quelle in vetro sono più semplici e si adattano perfettamente a qualsiasi tipo di arredamento. Le più eccentriche sono quelle in plastica dura perché sono disponibili in tutti i colori, da quelli pastello a quelli fluo.

Anche la forma può differire. In genere, sono quadrate, circolari o ovali. Anche in questo caso, la scelte deve essere fatta in base al proprio gusto personale perché non esiste una scelta migliore di un'altra in termini di funzionalità.

Set di insalatiere

Le insalatiere possono essere acquistate singolarmente oppure in set, generalmente composti da quattro ciotole. Le insalatiere contenute nei set hanno dimensioni differenti: ci sono quelle piccole da 18 cm circa fino a quelle più grandi con diametro di 30 cm circa.  Questi set sono molto comodi perché consentono di avere a disposizione recipienti pronti all'uso per svariate preparazioni: le più piccole sono utili per sbattere le uova, mescolare gli ingredienti o conservare gli alimenti in frigorifero. Al contrario, le più grandi sono utilizzate per condire l'insalata, per servire la pasta calda a tavola o per preparare impasti per ricette dolci o salate.

Ovviamente, la scelta dipende dalle proprie esigenze e dal budget che si ha a disposizione. Infatti, i set hanno un prezzo più elevato rispetto alla singola ciotola, ma vi permetteranno di avere tutto il necessario.

Marca

Le migliori marche di insalatiere sono Tognana, Pyrex, Guzzini e Bormioli. La scelta della marca è molto importante perché affidarsi ad aziende conosciute significa avere la sicurezza di acquistare un prodotto di qualità. Questo vale, soprattutto, quando si tratta di stoviglie e utensili che entrano in contatto con gli alimenti che poi ingeriamo. Inoltre, le azienda più grandi offrono ai propri clienti anche una garanzia, di circa due anni, per i loro prodotti.

Prezzo

L'insalatiera è un utensile con un prezzo medio-basso. Infatti, una singola ciotola costa circa 8 euro, mentre i set composti da più recipienti possono costare fino a 30 euro. Ovviamente, il prezzo è influenzato anche dai materiali: quelle in porcellane e in ceramica, infatti, sono le più care, mentre quelle in plastica, in genere, costa di meno.

Dove acquistare un'insalatiera

Se state cercando delle ciotole per la vostra cucina, potete cercare nei negozi di articoli per la casa come Ikea oppure dare un'occhiata alla sezione dedicata su Amazon: qui troverete tantissimi modelli e tantissime offerte. Inoltre, avrete la possibilità di confrontare i prodotti e leggere le recensioni degli utenti che ne hanno già acquistata una online.