ingredienti
  • Farina di mais 200 g • 370 kcal
  • Acqua 600 ml • 0 kcal
  • Provola dolce 200 g
  • Salame Napoli 150 g
  • Pecorino 50 g • 332 kcal
  • Sale marino q.b. • 0 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il migliaccio salato (anche detto “a’ Pizza ‘e Farenella”) è un piatto della tradizione partenopea che si prepara nel periodo di Carnevale, variante del migliaccio dolce a base di semolino. Era un pasto completo del periodo della guerra, arricchito per i più fortunati con ciccioli e croste di parmigiano. Oggi si tratta di uno sformato di farina di mais, salame e provola che prevede una cottura in tegame e una successiva gratinatura in forno. Inoltre è uno dei piatti di Carnevale molto amato, assieme alle castagnole e alle chiacchiere. Vediamo come preparare il migliaccio salato.

Come preparare il migliaccio salato

In un tegame, aggiungete lo strutto (1) e l'acqua (2). Portate a bollore e versate a pioggia la farina di mais (3).
Mescolate continuamente facendo attenzione a non far formare grumi.

Lasciate cuocere per circa 40 minuti mescolando quanto più spesso possibile e comunque stando attenti a che non si attacchi al tegame.
Nel frattempo, tagliate sia il salame (4) che la provola a dadini (5), quest'ultima non tagliatela eccessivamente piccola.
Quando la polenta sarà giunta a cottura, aggiustate di sale e pepe (6).

A questo punto, unite il pecorino (7) e, successivamente, la provola e il salame (8), amalgamate velocemente il tutto (9) evitando che la provola sciolga del tutto.

Ungete la pirofila con un po' di strutto, inserite dentro il composto (10) e livellatelo aiutandovi con una spatola o con un cucchiaio. Spolverate sulla superficie un po' di pecorino (11) e infornate a 180°C sino a doratura (12).

Conservazione

Il migliaccio salato può essere conservato coperto con pellicola o riposto in un contenitore ermetico per 2 giorni e si presta ad essere congelato senza particolari controindicazioni, in questo caso il consumo è consigliato non oltre il mese.

Consigli

se volete evitare di gratinare il migliaccio con il pecorino, potete utilizzare un po' di farina di mais che donerà una piacevo croccantezza, va bene anche il pangrattato;