ingredienti
  • Melanzane grosse tonde 2
  • Cipollotto 1
  • Capperi sottaceto o sotto sale 50 gr • 25 kcal
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
  • Basilico 1 ciuffo • 15 kcal
  • Aceto di vino bianco
  • Olive nere denocciolate • 79 kcal
  • Olio extravergine di oliva • 79 kcal
  • Sale • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le melanzane stufate sono un contorno sfizioso e saporito che piacerà particolarmente agli amanti di questa verdura regina dell'estate. Da gustare in questa stagione, in cui sono al massimo del gusto e della fragranza, le melanzane realizzate in questo modo sono ideali da servire, calde oppure a temperatura ambiente, in abbinamento a un secondo di carne o di pesce. L’aggiunta dell’aceto di vino bianco, inoltre, conferisce carattere alla preparazione evitando di aggiungere troppo olio e rendendola pertanto leggera e amica della linea. Ecco come preparare le melanzane stufate.

Come preparare le melanzane stufate

melanzane stufate

Pulite il cipollotto e affettatelo sottilmente (1), quindi fatelo stufare in una padella capiente con un filo di olio e lo spicchio di aglio, finché non diventerà ben morbido.

melanzane stufate

Lavate le melanzane, spuntatele e tagliatele a spicchi sottili (2).

melanzane stufate

Versate le melanzane nella padella (3) e lasciatele dorare leggermente.

melanzane stufate

Bagnate con un goccio di aceto di vino (4) e lasciate sfumare, quindi proseguite la cottura per circa 15 minuti, unendo se necessario un po’ di acqua bollente.

melanzane stufate

Quando le melanzane saranno ben morbide, condite con un pizzico di sale e aggiungete i capperi dissalati e due cucchiai di olive snocciolate (5).

melanzane stufate

Profumate infine con un po' di basilico spezzettato (6).

melanzane stufate

Trasferite le melanzane stufate in un piatto da portata, portate in tavola e servite (7). Ottime sia calde sia a temperatura ambiente.

Consigli

Le melanzane possono essere più o meno amarognole e piccanti a seconda della varietà. Quelle piccole e allungate, per esempio, vanno generalmente tagliate a fette e sistemate a strati con un po' di sale grosso in un colapasta per almeno un paio di ore. In questo modo perderanno il loro caratteristico sapore amarognolo. Le melanzane tonde, invece, si caratterizzano per un gusto più dolce e non richiedono di solito questa preparazione. Nel caso in cui le abbiate messe sotto sale, ricordatevi sempre di sciacquarle accuratamente sotto l'acqua corrente fredda e di aggiungere una quantità inferiore di sale nella preparazione: le melanzane così spurgate rimangono comunque piuttosto sapide.

Se utilizzate i capperi sotto sale, abbiate l'accortezza di sciacquarli abbondantemente sotto l'acqua corrente fredda al fine di eliminare completamente il sale.

Per rendere la preparazione ancora più fragrante, potete aggiungere, oltre al basilico, anche delle foglioline di timo fresco. Nel caso del basilico, ricordatevi di spezzettarlo grossolanamente con le mani e non tritarlo al coltello, per evitare l'ossidazione delle foglie.

Per un sapore più deciso sfumate la preparazione con un goccio di aceto di vino bianco; per un gusto più dolce, potete aggiungere in alternativa quello di mele o di melagrana.

Se amate particolarmente questo ortaggio, protagonista della stagione estiva, non potete perdervi le irresistibili melanzane a ventaglio oppure quelle gratinate con pangrattato e prezzemolo.

Conservazione

Le melanzane stufate si conservano in frigorifero per 1-2 giorni, coperte con un foglio di pellicola trasparente oppure chiuse in un apposito contenitore ermetico.