ingredienti
  • Farina doppio zero 100 g
  • Farina 0 100 g • 750 kcal
  • Lievito di birra 12 g • 750 kcal
  • Latte a temperatura ambiente 80 ml
  • Zucchero semolato 50 g • 690 kcal
  • Buccia di limone 10 g
  • Tuorlo d’uovo 1
  • Miele 1 cucchiaio • 304 kcal
  • olio di semi per friggere 80 g
  • Per farcire
  • Panna da montare 200 ml • 335 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I maritozzi sono un dolce laziale che è possibile trovare in tutti i bar di Roma a colazione, riconoscibili perché sono paninetti dolci rotondi, o dalla forma allungata, ricoperti di panna in superficie e all'interno. La ricetta dei maritozzi dovrebbe risalire ai tempi dell'antica Roma: il suo nome farebbe riferimento al dono che ogni fidanzato faceva alla futura moglie che, a quel punto, lo chiamava maritozzo.

Come preparare i maritozzi

Setacciate la farina in un recipiente ampio (1). Sciogliete il lievito di birra in un bicchiere di latte tiepido (2). Mescolate fino a completo scioglimento (3).

Aggiungete un cucchiaio di miele (4) e a filo il lievito sciolto nel latte (5). Aggiungete il tuorlo (6),

il latte (7), lo zucchero (8) e, per ultimo, l'olio e la scorza di limone grattugiata (9). Impastate con le mani.

Formate un panetto che metterete a riposare in forno con luce accesa per quattro ore (10). Quando sarà pronto riprendete l'impasto e staccate delle palline (11). Mettetele ben distanziate tra loro in una teglia da forno rivestita con carta e fate lievitare per 30 minuti (12).

Spennellate i maritozzi con il latte e cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti (13). Montate la panna e versatela in un recipiente dai bordi alti (14). Pulite le fruste elettriche (15),

azionate la macchina e montate (16). Interrompete solo quando la panna avrà preso una consistenza simile a quella della panna spray (17). Dividete a metà ogni maritozzo e farcite con la panna (18). Servite i maritozzi.

Consigli

I maritozzi con la panna, da non confondere né con i maritozzi marchigiani né con quelli abruzzesi, devono essere perfettamente soffici. Per renderli così morbidi è necessaria la cottura in forno statico, ma soprattutto è importante che il panetto lieviti rispettando il quantitativo di ore richieste.

Secondo la ricetta antica i maritozzi si cucinano con l'uvetta. Se vi piace potete aggiungerla all'impasto prima della lievitazione iniziale.

Conservazione

I maritozzi fatti in casa si conservano in frigorifero per due giorni se sono già farciti. Se invece sono senza condimento anche in una campana di vetro per tre giornate. Si possono congelare senza problemi.