10 Ottobre 2022 11:00

Latte di asina: cos’è, come si usa, perché fa bene

Ricco di proprietà benefiche, apprezzato da imperatori e faraoni, il latte d'asina è un ottimo sostituto del latte materno e del latte vaccino: vediamo perché.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
A cura di Rossella Croce
443
Immagine

Simile nella composizione e nel profilo nutrizionale al latte materno, il latte d'asina è un alimento particolarmente apprezzato non solo per la buona digeribilità ma soprattutto per le numerose qualità benefiche, caratteristiche note già all'epoca dei Greci e dei Romani che lo consideravano una vera e propria bevande di lusso. Ricco di proteine, vitamine, probiotici e acidi grassi omega-3, il latte d'asina favorisce l'attività e la salute intestinale, regola la produzione e l'equilibrio ormonale e ci aiuta a combattere l'insorgere e lo sviluppo di lievi forme di osteoporosi.

Consigliato per chi è intollerante o allergico alle proteine del latte vaccino, il latte d'asina ha un elevato contenuto di lattosio e pochi grassi: meno energetico e calorico del latte di vacca, contiene rispetto a quest'ultimo una maggiore quantità di calcio. In commercio, il latte d'asina non rientra in quelli che definiremmo prodotti "economici": con un costo medio che oscilla tra i 14 e i 18 euro a litro infatti, si rivela, proprio come pensava Cleopatra, un vero e proprio "oro bianco" da utilizzare con attenzione e parsimonia. Voglia di saperne di più? Cookist è qui per questo.

Cos'è e come si usa il latte d'asina

Il latte d'asina è un liquido prodotto dalla ghiandola mammaria della femmina dell'asino. Tra le tantissime varietà di latte, quello d'asina è senza dubbio il più simile, nella composizione e nel profilo nutrizionale, al latte materno: per questo motivo, soprattutto prima che comparisse sul mercato il latte artificiale, era considerato la migliore alternativa per nutrire i bambini che non potevano essere allattati al seno.
Un semplice bicchiere al mattino per iniziare la giornata con l'energia giusta o in dolci e preparazioni casalinghe, il latte d'asina è un prodotto versatile e molto facile da utilizzare in cucina: attenzione alle quantità, il latte d'asino ha un gusto particolarmente dolce e un costo decisamente salato.

Immagine

Proprietà e benefici

Ricco di proteine, vitamine e acidi grassi omega-3 e omega-6, il latte d'asina è un alimento ipocalorico, con un apporto di appena 46 kcal per 100 grammi. Utile per proteggere e stimolare il sistema intestinale e l'intero apparato digerente, il latte d'asina è recentemente diventato oggetto di studi per la cura e la prevenzione di patologie autoimmuni e infiammatorie.

Come tutte le varietà di latte animale, anche il latte d'asina contiene lattosio ed è quindi da evitare in caso di allergia o intolleranza a questo zucchero. Suggerito dai medici anche per le persone anziane o debilitate: la presenza di sostanze probiotiche facilita l'assorbimento intestinale del calcio, favorendo una corretta formazione del tessuto osseo, soprattutto nei più piccoli. Dicevamo "calcio" e il latte d'asina ne è davvero ricco, tanto da poter prevenire o contrastare lievi forme di osteoporosi.

Rispetto al latte vaccino, il latte d'asina presenta una maggiore digeribilità: con una tollerabilità superiore all'80% anche in soggetti che presentano allergie alle proteine del latte di vacca, è perfetto per chi non vuole rinunciare a un bicchiere di latte al mattino. La lattoferrina e il lisozima presenti nel latte d'asina svolgono un'azione antibatterica e antimicrobica mentre i sali minerali e agli acidi grassi omega-3 e omega-6 contribuiscono a mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue, aiutandoci a proteggere la salute del cuore. Ultimo ma non per importanza, se utilizzato per la crescita dei più piccoli, il latte d'asina permette di ridurre sensibilmente il rischio di allergie e intolleranze, garantendo lo sviluppo di un sistema immunitario completo. Controindicazioni del latte d'asina: data la sua particolare dolcezza, il latte d'asina è sconsigliato in caso di diabete.

Immagine

Non solo come alimento, il latte di asina trova ampio spazio anche nel campo della dermatologia e della cosmesi. Si racconta che Cleopatra, Poppea e Messalina lo utilizzassero per bagni lunghi e rigeneranti e, guardando gli effetti che questo liquido ha sulla nostra pelle, è facile comprendere il perché. Idratante e in grado di rigenerare l'epidermide, il latte d'asina viene spesso lavorato con altri elementi naturali che ne aumentano gli effetti benefici come bava di lumaca, olio extravergine di oliva e aloe vera.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
443
api url views