ingredienti
  • Latte intero 750 ml • 79 kcal
  • Zucchero semolato 120 gr • 146 kcal
  • Farina tipo 00 50 gr • 750 kcal
  • Maizena 25 gr
  • Uova 4 • 15 kcal
  • Zucchero a velo q.b. • 380 kcal
  • Cannella q.b.
  • Scorza di limone q.b. • 43 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il lattaiolo toscano è un dolce regionale molto antico, che vi sorprenderà per la sua semplice bontà. Si tratta di una sorta di crema morbida – a base di latte, uova, zucchero e farina – che, durante la cottura in forno, si rassoderà e sprigionerà il suo meraviglioso aroma di cannella e limone. Il risultato finale sarà una delizia tenera e dalla crosticina succulenta, da gustare calda al cucchiaio, o tiepida a quadrotti, spolverizzata con abbondante zucchero a velo. Scoprite come realizzarlo seguendo passo passo la nostra ricetta e servitelo come raffinato fine pasto o merenda genuina.

Come preparare il lattaiolo toscano

scaldare il latte

Raccogliete il latte in un pentolino e aggiungete la cannella in polvere e la scorza di limone grattugiata (1); mettete sul fuoco e fate scaldare, senza portare a bollore.

fare la crema

Riunite lo zucchero in una ciotola, aggiungete le uova (2) e lavorate il tutto con una frusta a mano. Incorporate poi la farina e la maizena.

versare il latte

Versate a filo il latte caldo (3) e proseguite a mescolare, fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.

riempire lo stampo

Trasferite il composto in una pirofila da circa 17 x 25 cm, foderata con un foglio di carta forno (4).

cottura

Fate cuocere in forno statico già caldo a 180 °C per circa un'ora. Quando si sarà formata una crosticina dorata in superficie, sfornate (5) e lasciate raffreddare.

cospargere di zucchero a velo

Una volta ben fredda, cospargete la superficie con un po' di zucchero a velo (6). Trasferite in frigorifero e lasciate raffreddare per qualche ora.

servire il lattaiolo

Trascorso il tempo di riposo, portate in tavola e servite (7).

Consigli

Il lattaiolo toscano può essere consumato caldo al cucchiaio; per poterlo gustare a quadrotti, si consiglia di lasciarlo raffreddare in frigorifero per diverse ore, finché questo non sarà ben rassodato.

Dal momento che ne utilizzate la scorza, si consiglia di acquistare dei limoni biologici e non trattati chimicamente; ricavate la buccia con l'apposita grattugia, facendo attenzione a non prelevare anche la parte bianca, leggermente più amarognola.

A piacere, potete aromatizzare la crema anche con un pizzico di noce moscata, vaniglia in polvere o cardamomo.

Nel caso in cui vogliate realizzare una versione gluten-free, sostituite la farina 00 con quella di riso, meglio ancora se integrale.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la torta al latte caldo e la torta cremosa.

Conservazione

Il lattaiolo toscano può essere conservato in frigorifero, sigillato in superficie con un foglio di pellicola trasparente, per circa 2-3 giorni.