La pastiera di Ciro Poppella da fare a casa per Pasqua

Ciro Poppella ci spiega come fare la sua pastiera, un dolce simbolo della città di Napoli. La pastiera è sinonimo stesso di Pasqua e Napoli in questo periodo ha sempre emanato un forte profumo di cannella e canditi: fatta in casa o in pasticceria, la pastiera non può mancare sulle tavole dei napoletani.

Tra i maestri pasticcieri più noti c’è sicuramente Ciro Scognamillo, titolare della Pasticceria Poppella e inventore del Fiocco di Neve, una soffice brioscina che custodisce una crema di ricotta leggera e spumosa. La pasticceria situata nel quartiere Sanità è una bottega storica a Napoli, fondata nel 1920 dal nonno di Ciro, Raffaele con la moglie Giuseppina. Il nome del negozio è infatti la fusione dei nomi dei fondatori: Papele (Raffaele) e Puppnella (Giuseppina), ovvero Raffaele Scognamillo e sua moglie Giuseppina Evangelista.

La pastiera napoletana di Poppella

La pastiera è una torta di pasta frolla con un impasto a base di ricotta, frutta candita, zucchero, uova e grano bollito nel latte. All’esterno è croccante, di colore giallo oro, mentre il ripieno è morbido e bianco opaco, ma con degli odori fortissimi dovuti agli aromi utilizzati durante la preparazione: cannella, canditi, scorze d'arancia, vaniglia e acqua di fiori d'arancio. Oggi la fantasia dei pasticcieri ha portato a tantissime versioni diverse di questo dolce ma a Pasqua la tradizione esige una pastiera classica.

Di solito la pastiera napoletana si prepara il Giovedì Santo, il Venerdì o il Sabato perché, se riposa un paio di giorni, il sapore migliora sensibilmente. La tradizione di questo dolce iconico è comunque mutata nel corso degli ultimi anni. Se prima si trovava solo a Pasqua e a Natale nelle pasticcerie di Napoli, oggi grazie al boom turistico avuto dalla città negli ultimi anni, la richiesta è costante tutto l’anno ed è facile trovare la torta tutti i giorni nelle migliori botteghe della città.

Ciro Poppella nella video-ricetta propone una pastiera classica napoletana e spiega tutto passaggio dopo passaggio, con dosi e tempi esatti per tentare di replicare il suo prodotto comodamente a casa.