Le nostre nonne lo conoscono da molto prima che arrivasse nelle cucine stellate americane, eppure solo da poco sentiamo parlare di kale: passione delle star hollywoodiane e ingrediente immancabile nelle diete di ultima generazione. Ma di cosa si tratta e dove possiamo trovarlo? Il kale è una varietà di cavolo riccio, largamente coltivato nei mesi che vanno da novembre a marzo, sopratutto nelle regioni meridionali, dove da sempre è protagonista di ricette tradizionali. Da non confondere con il cavolo nero, il kale è un ortaggio ricco di sali minerali e vitamine ma povero di calorie: un vero e proprio alimento miracoloso che non dovrebbe mancare sulle nostre tavole. Vediamo perché.

Cos'è il kale

Senza troppi giri di parole, pane al pane e vino al vino: quando parliamo di kale parliamo di un cavolo riccio, un ortaggio tipicamente invernale, caratterizzato da foglie crespe e irregolari, di colore verde o rosso. Alimento considerato un vero e proprio super-food, il kale è povero di calorie (appena 30 kcal per 100 grammi di prodotto) e ricco di acqua (89%): un vero e proprio concentrato di vitamine tra cui vitamina K, vitamina A e vitamina C, un contenitore naturale di fibre e sali minerali tra cui calcio, potassio e magnesio che lo rendono un naturale antiossidante e un ottimo alleato contro spossatezza e stress. Insomma un vero e proprio "cibo da record".

Benefici del kale

Se nella tradizione contadina il cavolo era considerato un vero e proprio rimedio naturale, un motivo (anzi più di uno) ci sarà: in questo senso il kale non fa eccezione. Tra i numerosi benefici che è in grado di apportare alla nostra salute troviamo infatti:

  • Durante i mesi invernali, il kale è un vero e proprio toccasana per il nostro sistema immunitario: la presenza di vitamina A, infatti, permette al cavolo riccio di sostenere e rafforzare le nostre difese e prevenire malanni stagionali;
  • ricchissimo di vitamina C, il kale aiuta il metabolismo energetico e contrasta l'azione dei radicali liberi e con essi l'invecchiamento cellulare;
  • è indicato per chi segue una dieta ipocalorica e dimagrante: ricco di acqua e povero di calorie, ha un effetto saziante e drenante;
  • ricco di ferro, il kale è un ottimo rimedio naturale per contrastare forme di anemia o carenze;
  • le fibre riducono il colesterolo cattivo e tengono sotto controllo i livelli di colesterolo "buono" HDL, rafforzando così tutto il sistema cardiocircolatorio;
  • il kale è tra gli ortaggi con il più alto contenuto di vitamine. La vitamina K aiuta le ossa, contrasta forme di osteoporosi e migliora la coagulazione del sangue, mentre la vitamina B6 ci aiuta in caso di spossatezza e affaticamento;
  • i sali minerali rafforzano il sistema cardiocircolatorio e il sistema nervoso, aiutandoci a mantenere la concentrazione;
  • la luteina presente nel kale aiuta la salute dei nostri occhi, proteggendoli da possibili cataratte e infezioni.

Come usarlo in cucina

Per gustare al meglio il kale non avete bisogno di andare in un ristorante stellato a New York: dopo averlo pulito con cura infatti, potete gustarlo a casa in tantissime ricette. Per un aperitivo salutare e alternativo, potete preparare delle chips di kale, semplicemente cuocendo le foglie al forno, irrorate con un filo di olio extravergine, a 200 °C fino a quando non risulteranno dorate e croccanti. Cotto in padella con olio e aglio, potete utilizzare il kale come semplice contorno o per impreziosire torte salate e sfiziose frittate e, se proprio amate le preparazioni salutari, perché non pensare a una bella centrifuga?