ingredienti
  • Riso parboiled 250 gr
  • Cozze 500 gr • 58 kcal
  • Pomodorini 200 gr • 21 kcal
  • Zucchine 2 • 17 kcal
  • Fiori di zucchina 4-5
  • Limone 1 • 29 kcal
  • Basilico 1 ciuffo • 15 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 29 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

L'insalata di riso e cozze è una variazione al sapore di mare della classica ricetta simbolo dell'estate. Qui abbiamo utilizzato la varietà parboiled: perfetta per questo genere di preparazioni, tiene bene la cottura e assorbe perfettamente il fragrante condimento a base di cozze, pomodorini e zucchine croccanti. Semplice da realizzare e super veloce, è perfetta per un pranzo leggero e bilanciato oppure come raffinato primo piatto in occasione di una cena speciale. Ecco come preparare l'insalata di riso e cozze senza sbagliare un passaggio.

Come preparare l'insalata di riso e cozze

insalata di riso e cozze

Lessate il riso in acqua bollente e leggermente salata per il tempo indicato sulla confezione. Una volta cotto, scolatelo (1) e fatelo raffreddare velocemente sotto l'acqua corrente fredda.

insalata di riso e cozze

Pulite le cozze eliminando il bisso (2), quindi sciacquatele per bene sotto l'acqua corrente fredda. Raccoglietele in un tegame, copritele con un coperchio e fatele cuocere a fiamma vivace finché non si saranno aperte.

insalata di riso e cozze

Sgusciatele, tenendone da parte qualcuna con il guscio per la decorazione finale, e unitele al riso (3). Lavate i pomodorini, tagliateli a spicchi e unite anche questi all'insalata di riso.

insalata di riso e cozze

Pulite le zucchine e fatele a cubetti. Trasferiteli in una padella con due cucchiai di olio e i loro fiori, puliti e ridotti a listerelle (4), quindi mettete sul fuoco e fate saltare per pochi minuti finché non saranno rosolati ma ancora croccanti.

insalata di riso e cozze

Unite le zucchine al riso (5) e mescolate delicatamente.

insalata di riso e cozze

Condite l'insalata con un filo abbondante di olio (6) e un pizzico di sale e irrorate con il succo di limone.

insalata di riso e cozze

Distribuite il riso nei piatti da portata, completate a piacere con qualche fogliolina di basilico e le cozze con il guscio tenute da parte e servite (7).

Consigli

Prima di procedere alla cottura delle cozze è importante che queste siano ben pulite e spurgate: spazzolatele accuratamente con una spatola dalle setole rigide, sciacquatele abbondantemente sotto l'acqua corrente fredda e poi lasciatele in ammollo in acqua fredda e sale per una mezz'oretta circa.

Per questa preparazione è consigliabile utilizzare un riso della varietà parboiled, particolarmente adatto a tenere la cottura, ma potete anche optare per un riso della varietà carnaroli: tra i più celebri e utilizzati, presenta dei chicchi affusolati che rimangono sempre al dente. In alternativa, per una versione esotica e colorata, scegliete un riso nero venere oppure un rosso integrale. Qualunque qualità utilizziate, abbiate l'accortezza, prima di cuocere il cereale, di sciacquarlo accuratamente sotto l'acqua corrente fredda.

Per evitare che il riso scuocia, potete passarlo sotto un getto di acqua corrente fredda, per bloccarne la cottura; oppure, per una preparazione davvero impeccabile e ricca di sapore, potete scolarlo al dente, condirlo con un filo di olio e poi stenderlo su una teglia piuttosto larga. Dopodiché copritelo con un foglio di pellicola trasparente e lasciatelo raffreddare, ricordandovi di mescolarlo di tanto in tanto.

Nel caso in cui non dobbiate consumarla immediatamente, per garantirne la freschezza, potete preparare l'insalata anche qualche ora prima e aggiungere le cozze cotte e sgusciate solo pochi istanti prima di portarla in tavola. Per dare maggiore fragranza al piatto, cospargete il tutto anche con della scorza di limone grattugiata e un po' di prezzemolo tritato.

Qualora vogliate realizzare una ricetta ancora più ricca di pesce e frutti di mare, provate l'insalata di riso alla marinara.

Conservazione

L'insalata di riso e cozze si conserva in frigorifero per massimo 1 giorno, chiusa in un apposito contenitore con chiusura ermetica oppure coperta in superficie con un foglio di pellicola trasparente.