13 Luglio 2022 13:00

Guida alle pulizie efficienti: come pulire le piastrelle della cucina

Come fare a pulire correttamente i pavimenti in piastrelle della cucina? E quelli in marmo o pietra? Ecco una piccola guida per pulire alla perfezione le mattonelle della tua cucina.

A cura di Redazione Cucina
0
Immagine

La pulizia delle piastrelle dei pavimenti può diventare un lavoro noioso senza gli strumenti giusti e il know-how adeguato. Le piastrelle dei pavimenti durano molto se si fa una manutenzione costante, controllandole e pulendole regolarmente. Ma come fare a pulirle correttamente e, dove possibile, con metodi naturali? Ecco una semplice guida per una pulizia efficiente dei pavimenti con piastrelle (e non solo), indipendentemente dal materiale di cui sono fatte.

Gli utensili necessari

Un pavimento piastrellato dovrebbe essere pulito con scopa o aspirapolvere almeno due volte a settimana per eliminare lo sporco granuloso che può rapidamente rovinare la finitura brillante delle piastrelle. Dovreste spazzare o lavare il pavimento piastrellato della vostra cucina ogni due settimane, e quello del bagno almeno una volta alla settimana. Pulite anche le fughe tra una piastrella e l’altra ogni due o tre mesi.

Fortunatamente, le piastrelle sono abbastanza facili da pulire e manutenere se ne conoscete la tipologia e come pulirla. Tutto ciò di cui avrai bisogno per mantenere pulite e brillanti le piastrelle dei vostri pavimenti è acqua calda, un po' di sapone o detergente, una scopa e uno straccio o un panno di camoscio.

Ecco gli strumenti importanti di cui avrete bisogno:

  • Scopa e paletta o aspirapolvere
  • Straccio o panno di camoscio
  • Secchio
  • Panno asciutto
  • Detergente universale o detersivo per piatti
  • Acqua calda
Immagine

Come pulire le piastrelle in ceramica o porcellana dei pavimenti

Questa pulizia può essere fatta usando quasi tutti i tipi di detergente perché le piastrelle in ceramica o porcellana non si graffiano e non perdono facilmente la loro lucentezza. Se vuoi usare invece degli ingredienti naturali ti suggeriamo l'aceto di vino bianco, dal forte potere sgrassante.

Come pulire il pavimento della tua cucina con 1 ingrediente:

  1. Comincia spazzando o passando l’aspirapolvere sulle piastrelle, assicurandoti di raggiungere gli angoli in cui è possibile che lo sporco si sia accumulato.
  2. Prepara una soluzione mescolando acqua tiepida e detergente e immergici uno straccio o un panno di camoscio. Strizza fuori l'acqua in eccesso in modo che le piastrelle si inumidiscano semplicemente, senza inzupparsi d'acqua.
  3. Passa lo straccio sul pavimento con movimenti regolari e delicati.
  4. Segui uno schema passando attraverso tutta la stanza, in modo da non perdere nessun centimetro del pavimento.
  5. Cambia regolarmente l'acqua di risciacquo: è importante buttare via l'acqua sporca e riempire regolarmente il secchio con acqua pulita, per evitare di lasciare una patina di sporco sulle piastrelle.
  6. Se ti sei dimenticato di farlo, ti consigliamo di creare una miscela di aceto bianco e acqua calda e passare uno straccio umido per pulire a fondo.
  7. Pulisci le fughe tra le piastrelle. Per una corretta pulizia, bagnate le fughe con un detergente specifico o preparate una soluzione con candeggina, ricordando di adottare le precauzioni necessarie. Lasciate agire la soluzione per alcuni minuti, prima di risciacquare.
  8. Asciugate il pavimento con un panno pulito. Questo passaggio deve essere eseguito immediatamente per evitare la formazione di antiestetiche macchie d'acqua sulle piastrelle.
Immagine

Come pulire le piastrelle in marmo o in pietra naturale dei pavimenti

I pavimenti in marmo, ardesia o granito possono essere puliti quasi allo stesso modo delle piastrelle in porcellana e ceramica, ma con alcune differenze:

  • Utilizzate una scopa a setole morbide quando spazzate i pavimenti in pietra naturale, poiché si graffiano molto più facilmente dei pavimenti in ceramica o porcellana.
  • Utilizzate solo un detergente specifico per il tipo di pavimento, senza mischiarlo con altri detersivi, così da evitare macchie.

Come pulire i pavimenti vinilici o in linoleum

Sebbene i pavimenti in vinile e linoleum siano alternative più economiche ai pavimenti di cui abbiamo parlato qui sopra, la loro manutenzione è altrettanto importante. La cosa fondamentale per pulire questi tipi di pavimento sta nell’evitare troppo calore o umidità.

Pavimenti vinilici: comincia spazzando il pavimento e poi strofina con una soluzione detergente consigliata dal produttore o una miscela di acqua e aceto. È importante non utilizzare detergenti abrasivi, che potrebbero rovinare la finitura del pavimento.

Pavimenti in linoleum: dopo aver spazzato, pulite con una soluzione per pavimenti in linoleum o una miscela di borace (composto del boro) e acqua. Ogni tre o sei mesi, applicate una mano di cera e lucidate per mantenere la naturale lucentezza del pavimento.

0
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
0