8 Settembre 2022 8:45

Dove mangiare la miglior pizza al mondo? A Caserta e New York, secondo 50 Top Pizza

Al Teatro di corte del Palazzo Reale di Napoli la serata conclusiva di 50 Top Pizza: incoronate le migliori 100 pizzerie al mondo. Vincono Francesco Martucci de I Masanielli e Anthony Mangieri di Una Pizza Napoletana. Terzo posto per il napoletano a Parigi, Giuseppe Cutraro.

381
Immagine

La pizza più buona al mondo si mangia a Caserta e a New York: vincono la classifica di 50 To Pizza due grandi maestri come Francesco Martucci e Anthony Mangieri. Il primo è abituato a questo tipo di premi, arrivato ormai al suo quinto mondiale consecutivo; il secondo bissa il successo ottenuto nel concorso americano. Al primo posto un sorprendente ex aequo con I Masanielli e Una Pizza Napoletana, chiude il podio Giuseppe Cutraro con Peppe Pizzeria a Parigi, vincitore della classifica europea (escludendo il nostro Paese). Le prime tre posizioni rappresentano alla perfezione l'anima internazionale della classifica e della pizza stessa, ormai non più relegata a cibo locale ma vera e propria icona planetaria.

Quaranta pizzerie italiane nelle prime cento posizioni

La classifica ideata e curata da Barbara Guerra, Albert Sapere e Luciano Pignataro ha selezionato quaranta pizzerie italiane, venticinque in Europa, quindici negli Stati Uniti d’America, quindici dell’area Asia-Pacifico, quattro del Sud America e una dell’Africa, andando a rappresentare tutti i continenti. Mai prima d'ora si era vista una classifica unitaria che tenesse conto di ogni zona del globo per identificare chi è il migliore. I precedenti mondiali di Martucci non tenevano conto degli altri continenti: per regolamento il "campione d'Italia" era automaticamente "campione del mondo". Da quest'anno non è più così ma per il bad boy della pizza italiana nulla è cambiato se non la condivisione del primato con uno stimato collega.

Immagine
Il ragù napoletano de I Masanielli | Foto da Facebook

Vincono Martucci e Mangieri come detto, seguiti da Cutraro premiato anche come "Pizzaiolo dell'anno". Nelle prime dieci posizioni troviamo poi 50 Kalò e 10 Diego Vitagliano Pizzeria, a Napoli, rispettivamente quarto e quinto, sesto posto per I Tigli, a San Bonifacio, settima la pizzeria Francesco & Salvatore Salvo, a Napoli, ottavo posto per Seu Pizza illuminati, a Roma, nono posto per La Notizia 94, a Napoli, e chiude la top ten, Tony's Pizza Napoletana, a San Francisco.

Abbiamo sentito un emozionato Francesco Martucci, arrivato al suo quinto mondiale di fila. Dice di volersi godere questo momento "insieme alla famiglia e al mio staff, è stato un anno intenso e ancora devo realizzare quanto di buono fatto in questo periodo". Il maestro casertano si sta godendo delle settimane davvero importanti: prima il rinnovo della cucina dei Masanielli "poi la nascita del mio terzo figlio che è stata travolgente, bellissima. Dedico ai miei bambini questa vittoria".

381
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
381