ingredienti
  • per la frolla
  • Farina 250 gr • 901 kcal
  • Zucchero 100 gr • 380 kcal
  • Burro 125 gr • 317 kcal
  • Limone 1 • 43 kcal
  • Farina di mandorle 30 gr • 600 kcal
  • uovo 1 • 0 kcal
  • Per la crema
  • Tuorli 4 • 63 kcal
  • Birra 350 ml • 43 kcal
  • Zucchero 120 gr • 380 kcal
  • Farina 25 gr • 901 kcal
  • Per la decorazione
  • mandorle a lamelle
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le crostatine alle mandorle con crema alla birra sono un dolcetti freschi e originali: una ricetta facile da realizzare per un risultato davvero sorprendente. La base è realizzata con una fragrante pasta frolla, arricchita con la farina di mandorle, e, una volta cotta, viene farcita con una crema pasticciera davvero speciale, in cui il latte viene completamente sostituito con la birra. Il retrogusto amarognolo tipico di questa bevanda scompare e il risultato è un ripieno dolce, aromatico e morbidissimo. La guarnizione finale, realizzata con le mandorle a lamelle, rende il tutto ancora più delizioso. Queste crostatine sono perfette per essere gustate a fine pasto, in occasione di una piacevole cena estiva organizzata con gli amici.

Come preparare le crostatine alle mandorle con crema alla birra

crostatine alle mandorle con crema di birra

Preparate la frolla: raccogliete la farina, lo zucchero, il burro, l’uovo (1) e la scorza di limone grattugiata e impastate velocemente fino a ottenere un panetto morbido e omogeneo. Fatelo riposare per una mezz'ora in frigorifero.

crostatine alle mandorle con crema di birra

Stendete l'impasto ottenuto e ricavate dei dischetti delle dimensioni degli stampini che utilizzerete (2).

crostatine alle mandorle con crema di birra

Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta (3) e mettete in frigorifero per altri 30 minuti.

crostatine alle mandorle con crema di birra

Infornate le crostatine a 180°C e fate cuocere per 15-20 minuti, o comunque finché non saranno leggermente dorate. Sfornatele, sformatele e fatele raffreddare per bene (4).

crostatine alle mandorle con crema di birra

Intanto scaldate leggermente la birra. Mescolate i tuorli con lo zucchero e la farina in una ciotola, quindi unite la birra a filo (5), mescolando.

crostatine alle mandorle con crema di birra

Trasferite il composto in un pentolino e fate cuocere finché la crema non si sarà addensata. Levate dal fuoco e fate raffreddare (6).

crostatine alle mandorle con crema di birra

Raccogliete la crema in un sac à poche e distribuitela nei gusci di frolla ormai freddi (6).

crostatine alle mandorle con crema di birra

Decorate la superficie con le mandorle tostate a lamelle e servite (7).

Consigli

Con queste dosi e utilizzando degli stampini da circa 10-12 cm di diametro otterrete in tutto 6-7 crostatine. Per la pasta frolla ricordate sempre di lavorare molto velocemente l'impasto per evitare che il calore delle mani lo surriscaldi e di conservare il burro in frigorifero fino al momento di utilizzarlo. Fondamentale, per evitare che la frolla collassi durante la cottura in bianco, è il tempo di riposo in frigorifero. Potete aromatizzare la frolla anche con un pizzico di vaniglia in polvere oppure un po' di scorza di arancia grattugiata.

Per la farcia utilizzate una birra chiara e aromatica e, per ottenere una crema ancora più morbida e leggera, potete incorporare la panna fresca montata. Abbiate l'accortezza di mescolare molto delicatamente e con movimenti dal basso verso l'alto, per evitare che il composto si smonti. In alternativa, potete anche farcire il tutto con una semplice crema mousseline.

Fate tostare leggermente le mandorle a lamelle in forno oppure in una padella antiaderente, facendo attenzione a non bruciarle. Potete guarnire le crostatine anche con qualche frutto di bosco, qualche fogliolina di menta fresca o delle gocce di cioccolato.

Se amate il gusto inconfondibile che la birra regala ai dolci, dovete assolutamente provare la torta Guinness, una delizia al cioccolato soffice e golosa.

Conservazione

Le crostatine alle mandorle con crema alla birra si conservano in frigorifero per massimo 3-4 giorni, coperte in superficie con un foglio di pellicola trasparente.