8 Agosto 2022 13:00

Cosa succede se smetti di bere caffè: le conseguenze positive e negative

Cosa succede al nostro corpo quando smettiamo di bere caffè? Cosa cambia nelle nostre abitudini e quali conseguenze apporta l'assenza di caffè? Scopriamolo insieme.

A cura di Rossella Croce
1030
Immagine

In Italia il caffè non è semplicemente una bevanda quanto più un simbolo, un rito, un compagno fidato, tanto che ogni persona ne consuma mediamente sei chilogrammi l'anno (sì, abbiamo detto sei chilogrammi). Eccitante naturale, potente stimolante ed energizzante, il caffè aiuta a digerire, aumenta il dispendio calorico e vanta proprietà antiossidanti: insomma, potremmo considerarlo un vero e proprio toccasana; eppure, di questo ingrediente dalla storia antica e dal fascino incommensurabile, potremmo facilmente fare a meno. Sì, hai letto bene, quei chicchi aromatici e profumati non sono affatto "necessari" per la tua alimentazione: ti sei mai chiesto cosa succederebbe al tuo corpo se improvvisamente smettessi di bere caffè? Quali conseguenze positive o negative comporta eliminare la caffeina dalla nostra routine quotidiana? Cosa succede se smettiamo di bere caffè? Come reagisce il nostro corpo e quali ripercussioni positive e negative può comportare la mancanza di caffeina? Vediamo tutto quello che c'è da sapere.

Smettere di bere caffè: gli effetti collaterali

Cosa accade al nostro corpo se smettiamo improvvisamente di bere caffè? Cambia il nostro rapporto con il sonno, potremmo sentirci più affaticati e senza energie, soffrire di mal di testa e perfino risultare più aggressivi. In particolare, eliminare la caffeina dalle nostre abitudini quotidiane può avere effetti su:

  • Ritmo sonno – veglia: il caffè è un eccitante naturale e il nostro corpo ne è influenzato nell'equilibrio tra sonno e veglia. Eliminare il caffè dalla nostra alimentazione quotidiana significa quindi modificare il ritmo del sonno, causare una sensazione di stanchezza e affaticamento e, di conseguenza, "più sonno" e tendenza ad addormentarsi.
  • Mal di testa: non bere più caffè può causare dei lievi mal di testa, ma è importante sottolineare che non si tratta di una diretta conseguenza dell'assenza di caffè quanto del cambiamento di ritmo del nostro riposo.
  • Difficoltà di concentrazione: non solo energizzante ma anche stimolante, il caffè aiuta a rimanere vigili e concentrati e se smettiamo di assumerlo potremmo avere per i primi giorni una maggiore difficoltà a concentrarci.
  • Stitichezza: pigrizia intestinale? Potresti soffrirne per qualche giorno se non bevi più caffè: la caffeina funziona da attivatore delle funzioni intestinali ma, anche in questo caso, è un effetto temporaneo e che potrai facilmente risolvere con un'alimentazione ricca di fibre, con frutta e verdura di stagione.
  • Aggressività: chi è abituato a consumare più caffè del dovuto (chi, per intenderci ne assume più di 400mg al giorno) potrebbe avvertire un leggero cambiamento di umore e sentirsi più aggressivo o irritabile del solito, anche in questo caso parliamo di un effetto a breve durata che a lungo andare lascerà spazio a una maggiore serenità.

Come possiamo notare, i possibili effetti collaterali dovuti alla mancanza di caffeina sono diversi e decisamente fastidiosi ma, per non scoraggiare chi ha deciso di eliminare il caffè dalla proprie abitudini abbiamo due buone notizie: la prima a è che sono tutti effetti temporanei (non dovrebbero superare i sette giorni), la seconda e che è possibile mitigarli se si sceglie di diminuire gradualmente il consumo di caffè, invece di smettere da un giorno all'altro.

Immagine

I benefici

Smettere di bere caffè e non assumere caffeina può avere una serie di effetti positivi sul nostro corpo, dallo smalto dei denti al ritmo cardiaco, passando per un deciso miglioramento della qualità del sonno. Dopo pochi giorni infatti potrai noterai alcuni di questi benefici:

  • Migliore digestione: c'è chi dopo un lauto pasto non può fare a meno di un buon caffè, ma non tutti forse sanno che la caffeina può avere effetti negativi e irritanti, in particolare se si soffre di reflusso gastroesofageo o acidità di stomaco. Meno caffè significa quindi un maggiore equilibrio degli acidi dello stomaco e una migliore salute intestinale.
  • Denti più bianchi: il primo effetto positivo immediatamente visibile riguarda la salute dei denti. Il caffè contiene elevate dosi di tanino, una sostanza che erode e tende a scurire lo smalto dei denti. Senza caffè i tuoi denti risulteranno quindi più bianchi e meno opachi.
  • Meno ansia: il caffè ha effetti stimolanti ed eccitanti e influisce naturalmente sul nostro umore e sui nostri stati di ansia e agitazione che tenderanno a diminuire sensibilmente dopo qualche giorno.
  • Pressione sanguigna: smettendo di bere caffè diminuiscono i livelli di adrenalina, i vasi sanguigni si rilassano facilitando il fluire del sangue e abbassando così la pressione arteriosa.

Senza caffè si è più felici? Probabilmente sì: bere troppo caffè aumenta i livelli di cortisolo, l'0rmone dello stress, e riduce quelli di serotonina, ormone della "felicità"; questo vuol dire che ridurre o eliminare il caffè implicherebbe un riequilibrio ormonale e quindi, una sensazione di benessere e, perché no, felicità.

Immagine
1030
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
1030