15 Febbraio 2022 15:00

Come riutilizzare l’acqua di cottura del riso: 8 usi in cucina e casa per evitare sprechi

Per nutrire le nostre piante, pulire pentole e stoviglie, far lievitare bene gli impasti: dopo aver cotto il riso, non buttate assolutamente l'acqua, potete riutilizzarla in tantissimi modi. Vediamoli nel dettaglio.

A cura di Rossella Croce
28
Immagine

Avete preparato un'insalata di riso o degli arancini dal cuore filante? Non buttate l'acqua di cottura del riso, per carità. Potrà sembrare uno scarto povero e inutile ma in cucina tutto può avere una seconda vita e l'acqua di cottura del riso non fa eccezione: parliamo infatti di un composto ricco di sali minerali, vitamine e amido che, con un riutilizzo consapevole, può aiutarci in modo completamente naturale e sostenibile, dentro e fuori la cucina. Proprio come quella della pasta, l'acqua di cottura del riso ha un effetto benefico e nutritivo sulla pelle e sui capelli, ma anche sulle piante che coltiviamo in casa: ecco otto modi furbi ed efficaci per riutilizzare l'acqua di cottura del riso.

1. Impasti

Immagine

In piccole quantità, l'acqua di cottura del riso può essere impiegata nella realizzazione di pane, pizze, rustici e torte salate. Tenendo conto della quantità di sale necessaria alla vostra preparazione, possiamo usare l'acqua di cottura del riso come componente liquida dell'impasto: otterrete lievitatati elastici e facilmente lavorabili oltre che gustosi e nutrienti.

2. Per l'ammollo dei legumi

Immagine

A pranzo un risotto e per cena una zuppa di legumi? Non buttate l'acqua di cottura del riso, lasciatela raffreddare e utilizzatela per l'ammollo di ceci, lenticchie e fagioli che risulteranno idratati e pronti all'uso. Fate attenzione però: l'acqua di cottura del riso è utile per l'ammollo ma non è adatta alla cottura.

3. Per preparare la pasta di sale

Immagine

Per giocare con i più piccoli, potrete impiegare l'acqua di cottura del riso per preparare la pasta di sale: tutto quello che dovrete fare è aggiungere farina e olio e, in poche mosse, la pasta di sale sarà pronta per un pomeriggio di divertimento a costo zero.

4. Cura dei capelli

Immagine

L'acqua di cottura del riso può aiutarvi nella cura dei vostri capelli: grazie alla buona presenza di amido infatti, l'acqua di cottura riuscirà a rendere morbidi e lucenti i capelli, in particolare se secchi e sfibrati. Per ottenere un risultato immediato vi basterà usare l'acqua di cottura del riso per preparare un impacco, farlo agire per 15-20 minuti e poi, semplicemente, procedere con uno shampoo delicato e risciacquare.

5. Pulizia e cura della pelle

Immagine

Problemi di acne o pelle secca? Non buttate assolutamente l'acqua di cottura del riso, può diventare una preziosa alleata della vostra cura quotidiana del viso. L'amido del riso ha un effetto lenitivo e agisce naturalmente contro il sebo in eccesso della pelle: preparate un semplice impacco da applicare sul viso, lasciatelo agire per qualche minuto e risciacquate con acqua tiepida, in pochi giorni otterrete una pelle liscia e ben idratata.

6. Detergente per vetri e stoviglie

Immagine

Ancora calda, l'acqua di cottura del riso può rivelarsi un ottimo detersivo naturale per piatti, pentole e stoviglie: l'amido del riso rilasciato nell'acqua ha infatti il potere di attirare lo sporco e scioglierlo in pochi secondi, ottenendo così un effetto sgrassante. Se in cucina preferite eliminare sporco e cattivi odori senza l'ausilio di prodotti chimici, l'acqua di cottura può rivelarsi incredibilmente utile: potete anche preparare un detergente fatto in casa mettendo l'acqua di cottura in un flacone spray e usarlo per eliminare aloni e macchie da vetri e superfici.

7. Fertilizzante naturale

Immagine

A patto che non abbiate usato sale durante la cottura, l'acqua del riso può diventare un eccellente fertilizzante naturale per le piante e le erbe aromatiche del vostro giardino. Una volta raffreddata, versate l'acqua di cottura del riso direttamente nel terriccio: le piante gioveranno della presenza di sali minerali e vitamine e cresceranno in modo sano e naturale, senza bisogno di ricorrere a fertilizzanti chimici.

8. Pediluvio

Immagine

Non solo in cucina, ma anche in bagno l'acqua di cottura del riso può sorprenderci, in questo caso per un pediluvio rigenerante e rilassante. Se soffrite di gambe gonfie e pesanti, versate l'acqua di cottura del riso ancora calda in una bacinella, aggiungete qualche goccia di olio essenziale e godetevi un meritato momento di relax e cura di sé.

28
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
28