uova-galline-allevate-quasi-a-terra

Riutilizzare i gusci d'uovo in modo alternativo e originale è possibile. Nonostante siamo abituati a gettarli nella spazzatura una volta aperte le uova, i gusci sono in realtà un ottimo alleato, soprattutto per il giardinaggio e in cucina, perché sono ricchi di nutrienti. Se siete amanti del riciclo quindi, siete senz'altro nel posto giusto.

Il guscio è un rivestimento sottile e poroso, che separa tuorli e albume dall'esterno. Può essere bianco o marroncino, a seconda della qualità delle uova ed è ricco di proteine fibrose dette cheratine. In più contiene carbonato di calcio di magnesio e fosfato di calcio. È un ottimo fertilizzante, utilissimo per nutrire il terriccio, ma anche in cucina per sgrassare pentole e fornelli.

Se siete curiosi di scoprire gli utilizzi alternativi dei gusci d'uovo, ecco quattro facili trucchetti antispreco per risultati incredibili.

Pulire le padelle

I gusci d'uovo sono un ottimo alleato in cucina, soprattutto per rimuovere le incrostazioni più ostinate da pentole e tegami. Munitevi di una spugna metallica e di un po' di sale fino. Sbriciolate il più possibile i gusci d'uovo in un mortaio, pestandoli con cura. Spargete la polvere sulla padella incrostata che volete pulire e aggiungete un po' di sale, quindi grattate lo sporco con una spugna metallica e acqua calda.

Utilizzate i gusci in cucina anche per eliminare gli aloni che normalmente fate fatica a togliere, come quelli del vino o del caffè. Lasciate i gusci in ammollo in una ciotola di acqua calda per una notte, poi strofinateli sulla superficie interessata.

I gusci sono un ottimo alleato anche per affilare lame e coltelli. Fate riposare un guscio il più possibile integro in freezer per qualche ora, inseritelo nel frullatore con un po' d'acqua e frullate. Utilizzate la miscela per affilare i vostri coltelli, ma anche le lame stesse del frullatore.

Filtrare il caffè

I gusci d'uovo rotti sono ottimi anche per preparare il caffè solubile, o il caffè all'americana, perché contribuiscono a ridurne il gusto amaro. In questo caso, naturalmente è importante sterilizzare i gusci prima di utilizzarli. Lavateli in acqua calda e, se è possibile, lasciateli in forno per qualche minuto.

Vi serviranno, oltre ai gusci, un filtro per il caffè e naturalmente il caffè solubile. Versate il caffè nel filtro, all'interno di una tazza, quindi aggiungete i gusci tritati finemente, e altro caffè in superficie. Versate abbondante acqua bollente (la quantità per una tazza di caffè), poco per volta, lasciando che il caffè filtri nella tazza. Risulterà più liquido e meno amaro.

Piante e giardinaggio

I gusci sono ottimi fertilizzanti, quindi potete utilizzarli come sostanza nutritiva per il terriccio, in giardino o nell'orto. Per prima cosa vanno schiacciati finemente, poi mescolati con il terriccio e sistemati alla base delle piante. In questo modo doneranno un nutrimento ricco di calcio, che aiuterà la pianta a rafforzare il fusto. Questo rimedio è consigliato soprattutto per le piante di pomodori o di peperoni perché previene il marciume apicale, quindi le macchie marroni che vanno a formarsi sul frutto.

Con i gusci d'uovo potete creare anche dei contenitori compostabili per sistemare piccole piante, al posto delle classiche vaschette di plastica. Utilizzate inizialmente mezzo guscio d'uovo, quando le piante inizieranno a spuntare, spostatele nel terreno.

Infine i gusci sono ottimi antiparassitari naturali per il giardino. Disponendone alcuni pezzi attorno alle piante, soprattutto alla lattuga, impedirete alle lumache di avvicinarsi.

Candela con un uovo

Se siete amanti del fai da te, amerete questo riutilizzo creativo dei gusci d'uovo. In questo caso ci serviranno le uova ancora intere: un ottimo rimedio per utilizzare le uova scadute. Infatti, in pochi semplici passi, potete creare con i gusci degli originali porta candela. Sono un'ottima idea per far praticare il bricolage anche ai bambini, in tutti i periodi dell'anno.

Per prima cosa, forate l'uovo su entrambe le estremità aiutandovi con uno spillo. Cercate di fare uscire il contenuto senza rompere il guscio. Vi basta gonfiare un palloncino (senza legarlo) e far passare l'aria da un'estremità all'altra. Aiutatevi con una ciotola e fate uscire l'albume e il tuorlo del vostro foro.

Posizionate il guscio vuoto in un piccolo vasetto, o in un bicchiere. Allargate leggermente il foro superiore e, con un imbuto, versate all'interno della cera liquida, quasi fino all'orlo. Immergete al centro uno stoppino e lasciate che la si indurisca, prima di accendere la candela.